Home / BLOG / BRANDIZZO. Via ai sottopassi

BRANDIZZO. Via ai sottopassi

Ormai è fatta. Finalmente, dopo anni di continue interruzioni e scadenze amministrative non mantenute, a Brandizzo ripartono i lavori di realizzazione dei sottopassi. Iniziati nel 2010, dal vecchio mandato di Roberto Buscaglia, gli scavi- a causa di problemi tecnici che avevano portato alla rescissione del contratto stipulato da rete ferroviaria italiana e l’allora azienda aggiudicataria Codelfa – avevano subito una brusca interruzione dopo soli due anni. A formalizzare l’inizio ufficiale dei lavori, durante la conferenza stampa di mercoledì 30 luglio, è stata la firma dell’accordo da parte degli enti coinvolti. Il sindaco Roberto Buscaglia, accompagnato dal vicesindaco Fulio Merlo e dall’assessore Paolo Bodoni, il responsabile ai lavori pubblici della città, il geometra Enzo Giannone, Otello Renò, responsabile della soppressione dei passaggi a livello in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta ed i rappresentanti del consorzio di imprese esecutore dei sottopassi- Quadrio Gaetano Costruzioni spa, Notari srl e I.m.a.f-. Dopo il pubblico ringraziamento di Buscaglia rivolto a Giannone per “l’attento impegno e la costante presenza dimostrati nel corso degli anni” senza i quali “la pianificazione del progetto non sarebbe andata a buon fine”, ecco arrivare i dettagli esponsti da Merlo “La realizzazione dei sottopassi avverrà in 860 giorni. Inoltre, per evitare troppi disagi negli spostamenti da una parte all’altra della città, abbiamo pensato di procedere per fasi”. I primi a partire, quindi, saranno i due cantieri più grossi, quelli situati all’incrocio tra via Volpiano e via Torino e tra via Prati Neivati e via Montesanto. “Solo verso dicembre del 2015, terminati questi, si passerà ai sottopassaggi di via Lido Malone ed a quello ferroviario”. Secondo i piani previsti, il tutto dovrebbe essere pronto per il 2016. Proseguendo nella conferenza, i presenti hanno anche messo in luce le principali criticità dei lavori. Tra queste, a preoccupare maggiormente il primo cittadino sarebbero le difficoltà di spostamento di alcune fasce di popolazione: “Dovremo escogitare delle soluzioni provvisorie per permettere alle mamme con il passeggino, agli anziani ai disabili, e a tutte le persone con particolari difficoltà, di spostarsi da una parte all’altra della città senza fatica”. Infatti, con la chiusura temporanea del passaggio a livello gli unici strumenti in grado di collegare l’intera città saranno le scale. E conclude Buscaglia: “Sarà compito del Comune agevolare i lavori ed evitare i disagi”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VENARIA. Per la Procura, la donna uccisa non era da codice rosso

“Sono due anni che mi sembra di vivere in un film. Come in ogni film …

Giustizia

CASTELLAMONTE. Attirava ragazze per farle prostituire, condannato a 15 anni

Quindici anni di reclusione: è la condanna pronunciata dal tribunale di Ivrea nei confronti di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *