Home / BLOG / BRANDIZZO. Si inaugurano i due sottopassi

BRANDIZZO. Si inaugurano i due sottopassi

Sono a metà dell’opera i lavori per la realizzazione dei sottopassi che entro il 2016 porteranno a Brandizzo la soppressione dei passaggi a livello. Le opere stradali di via Prati Neivati e via Volpiano verranno infatti inaugurate il prossimo 19 dicembre diventando, a tutti gli effetti, percorribili.
Lo stesso giorno, la ditta Quadrio, aggiudicatrice dei lavori, chiuderà per sempre il passaggio a livello della stazione ferroviaria e darà il via agli altri due cantieri. Inizieranno così i lavori per il sottopassaggio di via Lido Malone e di quello pedonale in via XX Settembre. Secondo i piani previsti dalla ditta, tutto dovrebbe essere pronto per la primavera del nuovo anno. Nuovi parcheggi e segnaletica compresi. Fino a dicembre, invece, per raccordare i collegamenti del sottopasso di via Vopiano sarà necessario chiudere al traffico pedonale e veicolare via I Maggio, nel tratto compreso tra il numero civico 6 e la stessa via Volpiano.
Il divieto partirà martedì 27 ottobre e durerà per circa quindici giorni – ha fatto sapere il vice sindaco Fulio Merlo -. Entro il 13 novembre, se non ci sono problemi, tutto dovrebbe tornare nella norma”.
Nel frattempo, per evitare che debbano fare troppa strana a piedi, ai pedoni, ai cittadini che non hanno la macchina ed agli anziani sarà consentito il passaggio nel cortile del condominio Aprica.
Naturalmente – specifica Merlo – dovranno adottare un comportamento civile e non creare disturbo ai condomini che hanno manifestato questa loro disponibilità”.

Commenti

Blogger: Antonia Gorgoglione

Antonia Gorgoglione
Parole... What else?

Leggi anche

neve

RIVALBA. Stanziati 24mila euro per lo sgombero neve

È stato firmato qualche giorno fa il nuovo contratto per il servizio di sgombero neve. …

SAN RAFFAELE. Furioso scontro in Consiglio tra il sindaco e Clara Marta

Nel consiglio comunale di mercoledì l’amministrazione ha approvato le ultime variazioni di bilancio. Provvedimento che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *