Home / Torino e Provincia / Brandizzo / BRANDIZZO. San Valentino, storie d’amore tra gli scaffali di Amazon
San Valentino e l'amore tra gli scaffali di Amazon.
Simona e Francesco si sono conosciuti nel centro di distribuzione Amazon di Vercelli

BRANDIZZO. San Valentino, storie d’amore tra gli scaffali di Amazon

San Valentino e l’amore tra gli scaffali di Amazon.

In occasione della giornata più romantica dell’anno, Chiara e Marco e Simona e Francesco, dipendenti di Amazon in Piemonte, hanno condiviso le loro storie da innamorati che lavorano per la stessa azienda. Torino, 13 febbraio 2020 – Il 14 febbraio è, per molti, una giornata speciale: in tutto il mondo, coppie di innamorati festeggiano San Valentino, si scambiano fiori, regali e cioccolatini per celebrare il sentimento che li lega. Anche nei centri logistici Amazon in Piemonte si respira un’aria particolarmente romantica in questi giorni e tra i dipendenti che impacchettano i prodotti che verranno donati in occasione di San Valentino, c’è chi l’amore l’ha trovato proprio tra i corridoi del magazzino.

Chiara e Marco, 37 anni, si sono conosciuti all’interno del centro di distribuzione Amazon di Vercelli nel settembre del 2017, anno in cui il sito è stato inaugurato. Chiara, originaria della provincia di Frosinone, ricopre il ruolo di Safety Specialist e si occupa di salute e sicurezza all’interno del magazzino vercellese. Marco invece ha sempre vissuto a Milano, ma da ormai più di due anni si è trasferito in Piemonte ed è Regional Learning Manager per Italia e Spagna: “Mi occupo della formazione dei dipendenti nei vari magazzini italiani e spagnoli quindi mi capita spesso di viaggiare per lavoro” spiega. “Ci siamo conosciuti in magazzino, durante la pausa pranzo” racconta Chiara. “Abbiamo iniziato ad uscire in gruppo con altri colleghi fino a quando, nel corso di una serata in discoteca, Marco mi ha invitato a ballare il liscio. Un invito decisamente bizzarro visto che eravamo entrambi negati! Però, mentre ballavamo, ci siamo dati il primo bacio e, da allora, non ci siamo più lasciati! Ora conviviamo e il prossimo giugno ci sposeremo”. “Entrambi mettiamo molta passione in quello che facciamo e ci rispecchiamo nei principi e nella cultura aziendale che Amazon promuove” spiega Marco. “Del nostro lavoro ci piace molto l’aspetto relativo all’innovazione continua: ogni giorno infatti è sempre diverso dal precedente e dal successivo, e questo è particolarmente stimolante” concorda Chiara.

Simona e Francesco, invece, hanno deciso di inviare insieme la loro candidatura per lavorare in Amazon nel 2018: “Un giorno, dopo aver ricevuto un pacco Amazon, mi sono chiesta cosa ci fosse dietro ogni acquisto e, presi dalla curiosità, io e Francesco abbiamo acceso il pc, digitato Amazon.it sulla barra di ricerca, e cliccato invio”, racconta Simona, operatore di magazzino. “Navigando per il sito ci siamo imbattuti nell’area Opportunità di Lavoro e abbiamo deciso di presentare la nostra candidatura”. Francesco, Team Lead, continua: “Così, nel 2018 siamo entrati ufficialmente insieme in Amazon, nel deposito di smistamento di Brandizzo, in provincia di Torino. Un anno dopo però io ho accettato il trasferimento nel nuovo centro di distribuzione Amazon di Torrazza Piemonte, sempre in provincia di Torino. Amazon offre tante opportunità e ho deciso di cogliere questa occasione, anche se ciò ha significato non lavorare più con Simona. Nel frattempo però ci siamo trasferiti da Torino a Brandizzo e abbiamo preso casa insieme”. Quando Simona e il suo ragazzo sono arrivati si sono subito sentiti come in una grande famiglia: “Nel deposito di Brandizzo ci chiamavano tutti Sandra e Raimondo perché li ricordavamo tanto!” scherzano. Oggi Amazon dà lavoro a più di 6.900 dipendenti a tempo indeterminato in tutta Italia di cui 1.100 in Piemonte nei due centri di distribuzione di Vercelli e Torrazza Piemonte (TO), presso il deposito di smistamento di Brandizzo (TO) e il centro di sviluppo di Torino, dedicato ai progressi nel riconoscimento vocale e alla comprensione del linguaggio naturale per Alexa. A partire dallo scorso gennaio, gli addetti al magazzino di Amazon in Italia beneficiano di un aumento del salario di ingresso di 100 euro lordi al mese. Amazon crea posti di lavoro per persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza, dagli ingegneri e sviluppatori di software alle posizioni di livello base. Queste posizioni lavorative offrono una retribuzione competitiva e molti benefit, inclusi programmi innovativi per il settore, come Career Choice, e programmi d’avanguardia di congedo parentale. Inoltre, a partire dallo scorso gennaio, gli addetti al magazzino di Amazon in Italia beneficiano di un aumento del salario di ingresso di 100 euro lordi al mese. Amazon Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione alla concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per un’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, le raccomandazioni personalizzate, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo e Alexa sono alcuni dei prodotti e dei servizi introdotti da Amazon. Per maggiori informazioni visitate: www.amazon.com/about e seguite @AmazonNewsItaly.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

CIRIÈ. Al via il progetto per l’alloggio solidale femminile

Il primo progetto di “Alloggio solidale”, destinato a soggetti di sesso maschile, nacque a Ciriè  …

Roberto Bonome, consigliere Lega di Rivarolo

RIVAROLO. Sottopasso, Bonome: “Non bisognava aspettare il morto”

Una ferita aperta nel cuore dei canavesani la morte di Guido Zabena, operaio di Favria …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *