Home / BLOG / BRANDIZZO. La Giornata Nazionale “Uildm” in piazza
Un momento della giornata

BRANDIZZO. La Giornata Nazionale “Uildm” in piazza

Sabato 10 ottobre, a Brandizzo, ha avuto luogo la Giornata Nazionale “Uildm” (“Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare”). I volontari dell’associazione, facenti parte sella sezione locale della “Uildm” di Chivasso “Paolo Otelli”, hanno organizzato un banchetto in via Torino, di fronte al Municipio. L’intento è stato quello di raccogliere fondi per aiutare le persone affette da distrofia muscolare, garantendo loro un anno di trasporto, consulenza medica e riabilitazione. Sono state messe in vendita pregiate miscele di caffè “Chicco D’Oro” 100% arabica macinato per moka, contenuto in una latta di alluminio da collezione, personalizzata con un’illustrazione dedicata alla “Uildm” del famoso fumettista Tino Adamo. Sono stati messi in vendita anche i biscotti che non era stato possibile vendere nella precedente campagna, saltata a causa del Covid.

La “Uildm” nazionale è nata nel 1961 con l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale delle persone con disabilità, attraverso l’abbattimento di ogni tipo di barriera architettonica e mentale, e di sostenere la ricerca scientifica e l’informazione sulle distrofie e le altre malattie neuromuscolari. Ha una presenza capillare sul territorio grazie alle sessantasei sezioni locali, i tre mila volontari e i dieci mila soci, che sono punto di riferimento per circa trenta mila persone – spiega il volontario Giancarlo Musu -. Queste giornate, oltre che per raccogliere fondi, servono anche per sensibilizzare le persone e per farci conoscere. Rappresentano momenti fondamentali per la nostra causa. Chi è affetto da certi tipi di patologie ha già i suoi problemi, sarebbe cosa buona e giusta permettergli, per lo meno, di muoversi liberamente lungo le strade, di non avere problemi di accesso a scuole o edifici vari. Altra cosa importante è integrare il più possibile queste persone all’interno della società, senza farle sentire escluse o diverse. Associazioni come la nostra sono fondamentali per sostenere questa importante causa. Siamo contenti che, in questa giornata, l’iniziativa abbia riscosso il successo che merita e ringraziamo tutti coloro che hanno aderito all’iniziativaaggiunge.

Questa giornata si replicherà sabato 17 ottobre a Chivasso, dalle 8 alle 13, in piazza D’Armi di fronte all’”Eurospin”. Sino a domenica 18 ottobre si potrà, inoltre, anche donare al numero solidale 45581.

Commenti

Blogger: Alessandra Sgura

Alessandra Sgura
Conosciamoli meglio

Leggi anche

coronavirus

Pronto soccorso di Chivasso in tilt. Cento pazienti in carico. Disperazione a Ivrea e a Ciriè

La situazione del pronto soccorso di Chivasso è peggiorata drasticamente nelle ultime 24 ore. In …

IVREA. Refezione scolastica e rifiuti gestiti “alla carlona”. Tirata d’orecchie per Povolo e Balzola

La segnalazione è di alcuni cittadini: fuori da alcune scuole campeggiano sacchi pieni di vassoi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *