Home / Torino e Provincia / Brandizzo / BRANDIZZO. Inquinamento: il sindaco, “Accertato il disastro, ora si applichi la direttiva Seveso”

BRANDIZZO. Inquinamento: il sindaco, “Accertato il disastro, ora si applichi la direttiva Seveso”

“Il disastro è stato accertato”. Queste le prime parole del sindaco di Brandizzo, Paolo Bodoni al termine del vertice che si è tenuto oggi pomeriggio in Comune a Volpiano. Al tavolo c’erano tutti: rappresentanti della Prefettura, della Regione, di Città Metropolitana, dell’Arpa e dei tre comuni inquinati dagli idrocarburi provenenti dall’Eni: Volpiano, Brandizzo e Settimo Toriese. Quel che è certo è che lo stabilimento di Volpiano è, per sua stessa natura, sottoposto alla cosiddetta direttiva “Seveso” in materia di prevenzione dei grandi rischi industriali. “Altrettanto chiaramente – spiega Bodoni – è emerso che i responsabili dell’impianto di Volpiano dovevano comunicare subito quanto avvenuto. Invece siamo stati noi a dare l’allarme e poi a chiedere il loro intervento”. Ancora allo studio le cause che hanno portato allo sversamento delle sostanze. Secondo i responsabili dell’Eni tutto sarebbe avvenuto per l’esondazione del torrente Bendola anche se i sindaci di Volpiano e di Brandzzo, presenti a monitorare il fiume durante le ore dell’allerta, escluderebbero che sia andata così. La cosa più importante in questo momento sono i primi risultati dell’Arpa. “L’acquedotto non è stato interessato dall’inquinamento. Si può tranquillamente bere l’acqua del  rubinetto” dichara il sindaco di Brandizzo che poi aggiunge: “In via precauzionale, invece, si sconsiglia di bere l’acqua dei pozzi. I controlli non sono ancora stati fatti e per questo motivo non posso emettere un’ordinanza, ma suggerisco caldamente di non utilizzare quell’acqua neppure per innaffiare”. Resta, invece, l’ordnanza che vieta di utilizzare l’acqua presente sui campi, di non abbeverare gli animali e di non utilizzare i prodotti dei terreni contaminati.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

TORRAZZA. Contatore in fiamme in via Mazzini, intervengono i vigili del fuoco

Fiamme in va Mazzini poco dopo le 19 quando un contatore del gas ha preso …

il biometano verrà prodotto attraverso la digestione anaerobica del “forsu” (in foto), la frazione organica del rifiuto soldo urbano

CALUSO. Biometano: pubblicato progetto e integrazioni da Città Metro

Ieri 12 agosto Città Metropolitana di Torino ha pubblicato nel proprio sito internet il progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *