Home / BLOG / BRANDIZZO. Inaugurato “Finestre di storia su Brandizzo”

BRANDIZZO. Inaugurato “Finestre di storia su Brandizzo”

Brandizzo fa rivivere la Sarpa, l’ex fabbrica di merletti oggi centro polifunzionale di piazza Carlo Ala. Il merito va a “Finestre di storia su Brandizzo”, un progetto nato dalle associazioni Memo Documenti Visivi, Arte e Cultura, Centro Commerciale Naturale e dall’amministrazione comunale che ha portato alla creazione di un percorso espositivo a cielo aperto e di un murale sulla parete sinistra dell’edificio. L’inaugurazione è avvenuta sabato pomeriggio in sala consiliare. Dopo le parole di benvenuto del sindaco Roberto Buscaglia, i riflettori sono stati puntati sulle organizzatrici dell’evento: Elena Franco e Marianna Sasanelli di Memo- documenti visivi. “Questo lavoro – ha spiegato la prima – è inserito in un progetto più grande iniziato nel 2011 con Brandizzo è viva, il progetto che nel corso del tempo ci ha portato a lavorare sugli spazi pubblici. Abbiamo capito che il luogo che più di tutti rappresentava la comunità era la Sarpa”.
Volevamo raccontare cos’era questo luogo – ha continuato la seconda -. Quindi siamo partiti da un percorso di valorizzazione urbana attraverso l’arte pittorica”. Il murale è stato realizzato dall’artista brandizzese Monica Torasso, mentre i pannelli espositivi sono il frutto del lavoro dei bambini delle scuole del paese e raccontano il lavoro svolto dalle “donne della Sarpa”. Dopo il taglio del nastro inaugurale, la cerimonia si è chiusa sabato sera con uno spettacolo, creato per l’occasione, del Faber Teater.

Commenti

Blogger: Antonia Gorgoglione

Antonia Gorgoglione
Parole... What else?

Leggi anche

neve

RIVALBA. Stanziati 24mila euro per lo sgombero neve

È stato firmato qualche giorno fa il nuovo contratto per il servizio di sgombero neve. …

SAN RAFFAELE. Furioso scontro in Consiglio tra il sindaco e Clara Marta

Nel consiglio comunale di mercoledì l’amministrazione ha approvato le ultime variazioni di bilancio. Provvedimento che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *