Home / Torino e Provincia / Brandizzo / BRANDIZZO. Casa della salute: 11 maggio l’inaugurazione

BRANDIZZO. Casa della salute: 11 maggio l’inaugurazione

Taglio del nastro in vista per la più grande opera realizzata negli ultimi anni a Brandizzo. La Casa della Salute verrà inaugurata il prossimo 11 maggio. Un evento molto atteso soprattutto dall’attuale assessore al Welfare e candidato a sindaco, Paolo Bodoni, che ha seguito tutto il progetto. “Il trasloco sarà in autunno – spiega Bodoni – perché pur essendo tutto pronto, il trasferimento non sarà un’operzione banale. Oltre ai medici si dovranno spostare la Croce Rossa, l’Avis, l’assistente sociale.

Inoltre dobbiamo finire di coordinare le reti interne. Grazie alla donazione ricevuta dal benefattore brandizzese Flavio Livio, infatti, verrà creato un sistema di prenotazione e di percorso interno alla struttura che renderà molto più agevole la prenotazione e l’attesa”.

Anche la viabilità subirà delle modifiche: “Via Manassero sbucherà in via Prati Neivati – spiega Bodoni -. Nei giorni scorsi abbiamo approvato in Consiglio la Variante. Poi abbiamo in mente dei progetti per rendere la struttura più accessibile a chi ha difficoltà a raggiungerla. Son progetti che porteremo avanti se vinceremo le elezioni” precisa Bodoni aggingendo: “L’idea è quella di creare un sistema di trasporto a chiamata per anziani e non deambulanti  che parta dal centro e porti alla nuova struttura”. Per chi, invece, si sposta in auto l’area sarà decisamente più accessibile: “Il parcheggio dinnanzi alla struttura può ospitare ben 60 auto. Direi una condizione molto più agevole di quella attuale”.

Ma c’è anche chi, dinnanzi al progetto storce il naso. Nelle scorse settimane Alternativa Civica ha presentato un’interrogazione per conoscere i costi e le date per la fine dei lavori del nuovo centro medico.

L’importo totale dei costi relativi alla realizzazione del nuovo centro socio sanitario, comprensivi della sistemazione dell’area esterna e della recinzione, ammonta a oltre 1 milione di euro – spiega il capogruppo Giuseppe Deluca -.

Il finanziamento dell’opera è così ripartito: 560.000 euro  di donazioni da privati; 60.000 euro di donazioni testamentali; a carico della cittadinanza 430.000 euro totali di cui 100.000 euro di mutuo e  330.000 euro di risorse proprie e, in particolare, 230.000 euro di diritto di superficie, 100.000 euro di oneri di urbanizzazione”.

Poi la stoccata finale:  Alla fine non è stato erogato il contributo dell’AslTo4, inizialmente previsto per 100.000 euro, in mancanza del quale ha dovuto provvedere il Comune.

La destinazione dei locali riguarda Croce Rossa, Avis, AslTo4, assistente sociale, pediatra di libera scelta e medici di famiglia del centro medico di piazza Carlo Tempia.

L’inaugurazione della struttura avverrà in data 11 maggio 2019, a 15 giorni dalle elezioni comunali”.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

NOLE. L Nóst Pais, da 25 anni per la tradizione

Da 25 anni l’Associazione ‘L Nóst Pais lavora sul territorio nolese cercando di mantenerne le …

SAN MAURIZIO. Materiali inquinanti nel terreno del depuratore? Biavati è tranquillo…

Ci sono dei materiali inquinanti nel terreno che il depuratore di Ceretta dovrà attraversare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *