Home / BLOG / BRANDIZZO. Caos rifiuti: più paghi, meno ritirano!

BRANDIZZO. Caos rifiuti: più paghi, meno ritirano!

Le numerose segnalazioni dei cittadini non lasciano dubbi. A Brandizzo, la Tari aumenta ed i rifiuti in strada pure. E scoppia la polemica in seno al parlamentino brandizzese.
Infatti, dopo i rincari che nel 2014 hanno fatto toccare a Tasi, Tari ed Imu le aliquote massime di tassazione concessa dallo Stato, nel nuovo anno a far mettere mano ai portafogli dei brandizzesi sarà un’altra stangata. L’aumento delle bollette del 16 per cento della tassa sulla spazzatura – la cosiddetta Tari –  arriverà con il conguaglio da pagare entro il 16 febbraio. Ma non solo. A questo, dal 1° gennaio, si accompagna anche una drastica riduzione dei passaggi per la raccolta della plastica e dell’organico. Come risultato, sacchi e bidoni della spazzatura sparsi ovunque per giorni. Primi a puntare il dito contro l’amministrazione comunale del sindaco Roberto Buscaglia sono i consiglieri di minoranza di “Alternativa Civica”, Giuseppe Deluca e Aldo La Rosa. In un comunicato stampa Deluca allude al fatto che “la Tari, la tassa sui rifiuti, ha avuto un incremento del 16% nel 2014 e del 20% nel 2013, in totale negli ultimi due anni è aumentata del 36%”. In spiccioli, si parlerebbe di un incremento di oltre 200 mila euro rispetto al 2013. “La raccolta della plastica, che prima veniva effettuata una volta alla settimana, è stata dimezzata, ora viene eseguita una volta ogni quindici giorni; la raccolta dell’organico, che prima veniva effettuata tutto l’anno due volte alla settimana, ora da novembre ad aprile viene eseguita una sola volta alla settimana”. “E’ una cosa realmente assurda – ha continuato poi – anche per l’incapacità gestionale dell’attuale Giunta che non ha saputo contrattare i piani finanziari con il Consorzio di Bacino 16 ed evitare un ulteriore salasso ai cittadini. In più, l’amministrazione si ostina a non capire che i cittadini non pagano perché non hanno più soldi per farlo, non perché non vogliono”. Ad aumentare i disagi, anche gli ecocalendari 2015 di Seta che, a dire di Deluca “presentano dei refusi e risultano errati in più parti”. A sottolineare come la situazione peggiori di anno in anno è invece il consigliere Aldo La Rosa, sempre di Alternativa Civica: “Si continuano a vessare i cittadini con una tassazione troppo elevata, soprattutto in periodi come questo in cui molte famiglie brandizzesi si trovano in situazioni economiche critiche e di disagio e non riescono a far fronte alle necessità quotidiane”.
Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti effettuata da Seta martedì 7 gennaio il gruppo consiliare ha protocollato una comunicazione al sindaco Roberto Buscaglia e all’Ufficio Ambiente del Comune evidenziando i numerosi disservizi nella raccolta ed in particolare nei mancati passaggi di ritiro. Accolta dalla maggioranza, la richiesta di messa in regola del servizio è stata comunicata a Seta: “Siamo soddisfatti – concludono i due –  che l’amministrazione comunale si sia resa parte attiva nei confronti di Seta richiedendo l’immediata risoluzione dei disservizi nella raccolta dei rifiuti…”

Commenti

Blogger: Antonia Gorgoglione

Antonia Gorgoglione
Parole... What else?

Leggi anche

neve

RIVALBA. Stanziati 24mila euro per lo sgombero neve

È stato firmato qualche giorno fa il nuovo contratto per il servizio di sgombero neve. …

SAN RAFFAELE. Furioso scontro in Consiglio tra il sindaco e Clara Marta

Nel consiglio comunale di mercoledì l’amministrazione ha approvato le ultime variazioni di bilancio. Provvedimento che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *