Home / Torino e Provincia / Brandizzo / BRANDIZZO. Bodoni: “Ci si ammala meno di tumore”
L'assessore Paolo Bodoni

BRANDIZZO. Bodoni: “Ci si ammala meno di tumore”

Martedì 8 maggio si è tenuta la serata informativa aperta a tutta la popolazione circa la mortalità dovuta alla malattia tumorale nel territorio dell’ASL TO4, e in particolare sono stati illustrati i dati anche riferiti a Brandizzo.

Hanno relazionato il dottor Gulino, medico epidemiologo dell’ASL TO4, e il dottor Bertetto, eminente medico oncologo di fama regionale e non solo.

Dai dati riferiti e dalle relazioni degli esperti intervenuti – spiega l’assessore al Welfare Paolo Bodoni, medico di base -, si evince che la mortalità per cancro si sta riducendo in tutta la nostra ASL TO4, in particolare per alcuni tumori (colon, mammella), con dati recenti riferiti al 2015.

Ci si ammala meno di tumore rispetto a qualche anno fa, anche se l’alimentazione non adeguata e il fumo di sigaretta sono ancora tra i fattori di rischio in auge per la patogenesi di questa malattia.

In particolare, a Brandizzo la mortalità per cancro nel 2015 si attesta a 2,82 morti/1000 abitanti, per un totale di 24 deceduti in quell’anno a causa del cancro (il maggior responsabile il tumore del polmone con 3 deceduti). Una cifra piccola, che ci fa capire come la mortalità per tumore non sia affatto un problema medico e di sanità pubblica emergente e grave, e ci fa capire anche come rispetto ad altri territori della nostra ASL a Brandizzo vi siano minori morti dovute a questa malattia, che rimane comunque ancora un problema di salute per molte famiglie, perdurando spesso le cure e i controlli medici per molto tempo.

E’ importante a questo punto sottolineare come la prevenzione sia la vera arma in nostro possesso per ridurre ancor più le cifre dette prima. Stile di vita adeguato, minor esposizione al fumo di sigaretta, maggior pratica di sport/movimento, e in ultimo una maggior attenzione nel rispondere positivamente alle chiamate di Prevenzione Serena per lo screening del tumore della mammella, del collo dell’utero e del colon-retto, poichè le percentuali di risposta dei cittadini chiamati rimangono ancora basse”.

Infine – continua Bodoni aprendo una parentesi politica sull’incontro spero che le cifre comunicate quella sera facciano cessare l’inutile polemica nata dopo le affermazioni allarmistiche di alcune persone che non hanno fatto altro che creare ansia e preoccupazione nella popolazione, non conoscendo le cifre e i fatti, ben esposti invece in sala consiliare, che mettono una pietra sopra tutte le polemiche e ci spronano comunque a lavorare tutti per il benessere salutare dei cittadini”.

Presente alla serata anche il consigliere di opposizione di Alternativa Civica, Beppe Deluca: “Si è tratta di una serata molto interessante, peccato che fosse poco incentrata sui dati strettamente legati al territorio brandizzese. Si è parlato molto della situazione dell’Asl, in generale, troppo poco della realtà locale”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

CAREMA. Un malore improvviso strappa alla vita l’ex sindaco Giovanni Aldigheri

Aveva 67 anni anni il vicesindaco Giovanni Aldigheri e nulla che facesse presagire la tragedia. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *