Home / Sport / Boxe / BOXE. La Boxe Chivasso sul ring di Rivarolo Canavese per il Boxing Day

BOXE. La Boxe Chivasso sul ring di Rivarolo Canavese per il Boxing Day

La Boxe Chivasso debutta con i suoi agonisti in stagione domenica 16 febbraio. Nella palestra della Skull Boxe Canavesana di via Clemente Bausano a Rivarolo Canavese, due pugili sono saliti sul ring in match ufficiali, mentre un terzo si è dovuto accontentare di un’esibizione, per una documentazione non completa del suo avversario che gli ha impedito di disputare un incontro vero e proprio. Partiamo da chi sul ring ha combattuto, seguito all’angolo dai tecnici Angelo Fabiano e Angelo Salemme, iniziando da Francesco Ciconte, che nei 69 kg Elite II serie si è confrontato con un pugile di casa. Il superwelter biancorosso, al quarto match in carriera dopo tre pareggi consecutivi, ha rimediato una sconfitta ai punti al termine dei tre round in programma, che deve servirgli da stimolo per fare meglio nei prossimi incontri: Francesco ha tutte le potenzialità e le capacità per fare molto di più tra le sedici corde! Sconfitta ai punti anche per Federico Cardamone, all’esordio assoluto da agonista nei 69 kg Elite II Serie. Opposto al figlio d’arte Nicolò Furlan, seguito all’angolo da papà Alessio, campione italiano dei Pesi Superwelter professionisti nel 2004 e detentore l’anno successivo della cintura di campione del Mediterraneo IBF di categoria, Federico ha dovuto fare i conti con l’inevitabile emozione per il debutto sul ring, incassando una sconfitta ai punti. Entrambi, comunque, non devono demordere: già il solo fatto di salire gli scalini che conducono al quadrato, è un’indubbia vittoria!

Come anticipato, Lorenzo Protto, atteso anch’egli all’esordio nei 57 kg Youth, ha dato solamente vita ad una bella esibizione sul ring, ma il suo primo match in carriera è solo rimandato.

A bordo ring era presente Gian Luca Timossi, presidente della Boxe Chivasso, che ha voluto seguire da vicino i suoi ragazzi. “La giornata a Rivarolo Canavese è stata comunque positiva. Ciconte ha fatto un bel match, con verdetto finale discutibile. L’emozione ha invece giocato un brutto scherzo a Cardamone che ha comunque rotto il ghiaccio con un avversario forte e figlio d’arte.  Protto infine è stato protagonista di una bella esibizione: a causa di irregolarità nei documenti dell’avversario, il match ufficiale non si è potuto disputare. Bravi comunque tutti perché salire sul ring non è mai facile, soprattutto se si affrontano pugili di casa. Ora non resta che continuare a lavorare duramente in palestra e i risultati positivi non tarderanno ad arrivare”.

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Caos per l’accesso in ospedale, Castello sbotta con l’Asl

CHIVASSO. Caos per l’accesso in ospedale, Castello sbotta con l’Asl. Il sindaco di Chivasso Claudio …

Volley Montanaro Under 17 maschile 2021

VOLLEY. Le formazioni del Volley Montanaro tornano sottorete

Con grande gioia ripartono i campionati giovanili e le squadre del Volley Montanaro si fanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *