Home / Torino e Provincia / Bosconero / BOSCONERO. Si finge poliziotto e minaccia i titolari di un’azienda

BOSCONERO. Si finge poliziotto e minaccia i titolari di un’azienda

Un 48enne di Castellamonte D. B. è stato denunciato dai carabinieri di Castiglione Torinese. E’ accusato di tentata estorsione e usurpazione di titoli per aver minacciato il dirigente di una ditta di Bosconero.

Nei giorni scorsi il 48enne aveva consegnato il curriculm del fratello gemello (è figlio unico ndr) ad un dirigente minacciando che non l’avessero assunto avrebbe avviato indagini sull’azienda. In quell’occasione aveva fatto credere di essere un commissario di polizia dell’unità antidroga e aveva fatto vedere anche pistola, poi rivelatasi una scacciacani di quelle utilizzate nei film d’azione.

A denunciare l’accaduto è stato il dirigente dell’azienda e, d’accordo con i carabinieri, aveva invitato il 48enne di Castellamonte a presentarsi il giorni successivo in azienda per definire i dettagli dell’assunzione. Ma a quell’appuntamento si sono presentati anche i carabinieri.

Durante la perqusizione dell’abitazione a Castellamonte di proprietà del 48enne, i militari hanno sequestrato una pistola scacciacani, una scatola con pallini calibro 8, un tirapugni, una mazza da baseball, un coltello simile a quello utilizzato da Rambo e tre tesserini plastificati con foto e generalità dell’indagato con tanto di dicitura “Unità antidroga polizia di stato”.

Ulteriori indagini hanno poi scoperto che il 48enne di Castellamonte è affetto da “sindrome bipolare” ed è in cura.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *