Home / Torino e Provincia / Bosconero / BOSCONERO. Giovannini e Massa presentano la nuova coalizione

BOSCONERO. Giovannini e Massa presentano la nuova coalizione

Questa è una festa”.

Ferruccio Massa di tiene proprio a precisarlo “E’ una festa per il paese. Perché le due opposizioni insieme rappresentano più del sessanta percento dell’elettorato di Bosconero. La maggioranza in questo momento siamo noi”.

Ed effettivamente il clima che si respirava sabato mattina nei locali della Società di Mutuo Soccorso era quello di una festa, una festa della democrazia dove la partecipazione è stata messa al centro dell’incontro.

Nel corso dell’incontro, infatti, è stato presentato un quesito a tutti i presenti. E’ stato chiesto ai bosconeresi di esprimere una preferenza tra questi quattro temi: basta code alla stazione; telecamere per maggior sicurezza; basta buche nelle strade; rotonda alla Vittoria; parcheggio per chi prende il treno. A prevalere, nel sondaggio è stato il tema “Basta code alla stazione”.

Giancarlo Giovannini è pronto a dar Battaglia: “Inizierò subito a farmi sentire in Gtt. Bisogna battere i pugni, far capire che ci siamo. Non è giusto che per la pessima gestione di quella linea ferroviaria, noi di Bosconero siamo costretti ad ore e ore di stop dinnanzi al passaggio a livello”.

Sabato 10 novembre per Bosconero segna una data, quella dell’inizio della campagna elettorale che porterà in primavera all’elezione del nuovo sindaco.

In questa corsa, per la prima volta Giovannini, Sireci, Massa e Duretto si troveranno schierati dalla stessa parte. “Da oggi la sindaca Forneris è in minoranza – spiegano i consiglieri alle scorse elezioni aveva vinto con il 40 percento delle preferenze.

Vittone ne aveva il 35 percento, Giovannini il 23 percento. Significa che noi abbiamo quasi il 60 percento. Significa che uniti si vince e in questo momento tutti i nostri punti programmatici sono convergenti”.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *