Home / Dai Comuni / BORGOSESIA. Spuntano nuovi reperti dell’uomo di Neanderthal

BORGOSESIA. Spuntano nuovi reperti dell’uomo di Neanderthal

Resti di uomo di Neanderthal sono emersi dagli scavi della grotta della Ciota Ciara, a Borgosesia (Vercelli). Si tratta di due denti, un canino e un molare inferiore, individuati negli stessi livelli stratigrafici da cui sono emersi i primi resti nel 2019, un osso occipitale e un secondo incisivo inferiore, forse appartenenti a un individuo adulto di età giovane.

Gli scavi nella Ciota Ciara sono diretti dall’università degli Studi di Ferrara, in concessione dal ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e in collaborazione con la Soprintendenza. I resti avevano suscitato interesse nella comunità scientifica, perché oltre ad essere ben conservati, rappresentano alcuni dei reperti più antichi di Homo neanderthalensis.

Ogni anno, da 12 anni, ricercatori e studenti conducono una campagna di scavo nella grotta, grazie anche a diversi enti borgosesiani, tra cui il Comune. “Grazie agli studi – dicono i ricercatori – sappiamo che la grotta è un sito fondamentale per la ricostruzione del popolamento preistorico dell’Italia del Nord Ovest: è stata utilizzata in una prima fase come rifugio durante la caccia, e dopo per occupazioni più lunghe, probabilmente stagionali e articolate”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CANAVESE. Entravano in casa di notte per rubare durante il lockdown, quattro arresti

Agivano soprattutto di notte, non curanti neppure della presenza dei proprietari in casa che dormivano. …

IVREA. Confindustria Canavese, Ceresa nuovo presidente “Gam”

L’Assemblea generale del Gruppo Aziende Metalmeccaniche e Manifatturiere di Confindustria Canavese ha eletto il nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *