Home / BLOG / BORGOFRANCO. Invasione di topi in stazione

BORGOFRANCO. Invasione di topi in stazione

Ormai la situazione davanti alla stazione era diventata pressoché invivibile. Nel corso dei mesi estivi, infatti, la zona era diventata una specie di piccola discarica. La campana presente davanti alla struttura, che avrebbe dovuto raccogliere solo vetro, infatti, era diventata una sorta di bidone dove depositare tutto e di più. Dai rifiuti di qualunque tipo, fino ai residui organici: resti di pizza, pasta. Materiali che avevano richiamato numerosi animali che, stimolati dall’odore, avevano iniziato a fare capolino in zona.

Non era possibile proseguire così – commenta il sindaco Livio Tolasi è resa necessaria una derattizzazione straordinaria che ripulisse del tutto la zona. Ormai alcuni civili depositavano qualcuno cosa da quelle parti, quando hanno iniziato a buttare anche l’organico e l’umido questo ha fatto si che cani, gatti e pure topi arrivassero in zona. Non si tratta, poi, di una zona defilata, siamo vicino ad una stazione, un’area frequentata”.

Così, dopo l’intervento della ditta, che ha allontanato tutti i topi presenti in zona, il sindaco ha deciso di cambiare totalmente l’organizzazione della zona. Era chiaro, infatti, che le campane dell’immondizia fossero ormai diventata un problema che andava affrontato. “Ho fatto rimuovere le campane per l’immondizia – conclude il sindaco – il problema derivava da lì, ora senza le campane non è più possibile depositare qualunque cosa lì davanti. Abbiamo fatto mettere delle panchine, la zona è tornata ad essere vivibile”.

Problema risolto, vicino alla stazione, e ora? “Sicuramente in lì non ci sono più die questi problemi, per fortuna, andranno a buttare l’immondizia altrove? Non lo so, purtroppo esistono alcuni incivili dappertutto”. L’opera (straordinaria) di derattizzazione messa in atto si aggiunge alle normali disinfestazione che l’amministrazione replica, per precauzione, in molti degli edifici di proprietà comunale.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

NOLE. L Nóst Pais, da 25 anni per la tradizione

Da 25 anni l’Associazione ‘L Nóst Pais lavora sul territorio nolese cercando di mantenerne le …

SAN MAURIZIO. Materiali inquinanti nel terreno del depuratore? Biavati è tranquillo…

Ci sono dei materiali inquinanti nel terreno che il depuratore di Ceretta dovrà attraversare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *