Home / Dai Comuni / BORGOFRANCO. Bilanci irregolari, Francisca valuterà azioni di responsabilità
Il Comune di Borgofranco

BORGOFRANCO. Bilanci irregolari, Francisca valuterà azioni di responsabilità

Scintille tra maggioranza e opposizione per quei Bilanci irregolari per i quali è intervenuta la Corte dei Conti chiedendo di ricalcolare tutto dal 2017 ad oggi entro settembre.

Un grosso pasticcio che andrà risolto entro la scadenza indicata. Il rischio è quello che il Comune venga commissariato per dissesto finanziario.

Questa mattina presso la sede municipale alle ore 10 si è svolto il Consiglio Comunale per discutere i 6 punti dell’OdG, tra questi il più importante è quello che riguarda:

COMUNICAZIONE AL CONSIGLIO DELLE DELIBERAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER IL PIEMONTE NUMERO 72/2020/SRCPIE/PRSE

Questo il comunicato stampa diffuso dall’Amministrazione

Dopo una breve introduzione del Sindaco Fausto Francisca è stata relazionata dalla dott. Patrizia Azzoni (consulente contabile esterno ) la situazione contabile dei residui attivi e passivi, ricognizione e riaccertamento effettuata da ogni singolo responsabile di servizio.

“Nelle fasi di controllo sono emerse complessivamente delle situazioni di gestione dubbiose sulla correttezza e l’eccessiva anzianità dei residui attivi e passivi non in linea con i principi contabili .

Le criticità emerse hanno condizionano i bilanci 2017,2018,2019, tantè che la delibera inviata della Corte dei Conti ha rilevato delle irregolarità e inesattezze anche con mancata riscossione delle imposte cittadine.

Cosa grave è il non invio della certificazione SOSE al Ministero che ha bloccato il trasferimento di fondi per circa 300.000 euro. Inoltre non sono stati redatti i rendiconti sulle convenzioni di segreteria per un mancato incasso di circa 20.000 .

I tecnici stanno effettuando le istruttorie per verificare i rendiconti di bilancio (2017,2018,2019) che porterà l’Amministrazione Comunale a doverli riapprovare in Consiglio Comunale entro il mese di settembre 2020″.

L’Assessore Blasutta (delega Istruzione) ha fatto presente che altrettanto preoccupante è la situazione dei cinque plessi scolastici (segnalati dai Dirigenti , dai docenti e dai genitori) che presentano carenza di manutenzione.

La Rete WiFi disistallata dalla precedente amministrazione deve essere nuovamente installata con notevoli costi aggiuntivi.

Ha sottolineato, inoltre, la necessità che si debbano costantemente monitorare i bandi di finanziamento,cosa che non è stata fatta adeguatamente negli anni passati. Attualmente per i plessi scolastici si sono ottenuti fondi di adeguamento antincendio per 70.000 euro e fondi europei PON per 15000 euro di adeguamento spazi nelle aule. La diagnostica dei solai è un bando a cui si è partecipato con ammissione in graduatoria ai finanziamenti.

Grave è la non partecipazione da parte della precedente Amministrazione al Bando per la valutazione di vulnerabilità sismica sul patrimonio edilizio pubblico ,obbligatoria di legge. I costi per il dimenticato contributo richiesto andranno a gravare sulle casse del comune per circa 50000 (essendo scaduti i termini di richiesta finanziamento a fondo perduto). L’Assessore Gabriella Gedda fa notare alla minoranza che l’atteggiamento di scarsa efficienza amministrativa verso la partecipazione dei bandi (ormai scaduti) non consentono all’amministrazione attuale di richiedere contributi per la realizzazione delle opere edilizie antisismiche in quanto non in possesso degli studi propedeutici per le stesse e che il tutto graverà sulle future scelte amministrative di utilizzo dei plessi scolastici.

Sono state confermate dal vice sindaco le Aliquote IMU e le Tariffe TARI applicate nel 2019 ,eventuali aumenti richiesti saranno concertati con l’Azienda SCS (Società Canavesana Servizi). E’ stata, poi, sottolineata la necessità di differenziare ulteriormente (plastica,vetro) al fine di garantire l’aumento percentuale di raccolta differenziata.

La seduta si è rivelata piuttosto movimentata tra l’amministrazione precedente e quella attuale. Il Sindaco Fausto Francisca sottolinea l’inadeguatezza e la carenza dimostrata del suo predecessore nel fare scelte politiche non per il bene della cittadinanza e del territorio.

L’ex sindaco Livio Tola sentendosi attaccato, ha preso la parola esternando i seguenti pensieri “Tutti possono sbagliare. Comunque le cose si metteranno apposto. Gli assessori e i consiglieri non possono essere a conoscenza di tutto ma loro si sono sempre fidati dei funzionari” e per quanto riguarda i mancati bandi sulla vulnerabilità sismica ha detto: “Sarà sfuggito“, mentre ha continuato a riconoscere la giusta scelta della disattivazione del WiFi nonostante in fase Covid la popolazione scolastica abbia la necessità di una rete adeguata per seguire le lezioni a distanza.

L’Amministrazione Comunale, costretta ad affrontare una situazione piuttosto preoccupante, valuterà eventuali azioni di responsabilità.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Una nuova ciclofficina al Parco De Gasperi

Un luogo dove, partendo dalla passione per la bicicletta, ci si incontra, si aggiustano cose …

SETTIMO. Legambiente: “Speriamo che venga rimosso il divieto di circolare con le biciclette”

Legambiente Settimo ha raccolto le segnalazioni di alcuni cittadini e ha ribadito la necessità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *