Home / BLOG / BORGARO. La Giunta del “Gambino-bis”, tra candidati contenti e scontenti
CLAUDIO GAMBINO sindaco di Borgaro

BORGARO. La Giunta del “Gambino-bis”, tra candidati contenti e scontenti

Messo da parte il “terremoto” Maurin, Claudio Gambino sta procedendo a passo spedito per la “costruzione” della nuova Giunta comunale, che sarà svelata quasi certamente questo venerdì, 14 giugno, alle 21, nella sala consiliare di Palazzo Civico.

Il primo cittadino, al secondo mandato, ha le idee chiare su due nomi: quello della vice sindaco Federica Burdisso e sull’assessore Fabrizio Chiancone. Ovvero “miss” e “mister” preferenza, capaci di portare a casa, rispettivamente, 471 e 619 voti.

Potrebbero però esserci delle novità per quanto concerne le deleghe, visto anche gli altri ingressi in Giunta.

Uno quasi sicuro di esserci, anche a fronte delle 381 preferenze ottenute, è Eugenio Bertuol. Così come Pina Fabiano, con 252 voti. Ultimo componente dovrebbe essere una questione fra Paolo Massa e Giancarlo Lorenzi.

Tutto questo con Fabiana Cescon che dovrebbe ricoprire il ruolo di presidente del consiglio comunale e con Luigi Spinelli, che da assessore diventerebbe capogruppo. Questi ultimi due ruoli che erano ricoperti, nel corso del primo mandato Gambino, da Maria Mainini e da Giuseppe Ponchione e che, per motivi differenti, hanno deciso di fare un passo indietro per fare spazio ai “giovani”.

Come detto, Gambino non ha dato alcuna conferma in merito. Neanche per quanto concerne le deleghe. E le deleghe, infatti, potrebbero essere redistribuite, diventando “pacchetti” completamente nuovi per tutti. Anche perché c’è da pensare a chi dare quelle del Bilancio, che era materia di Luigi Casotti, anche lui fuori dalla partita per decisione personale. Il Bilancio potrebbe finire allo stesso Gambino, ma non è detto che possano diventare di competenza di Chiancone.

Così come la Fabiano potrebbe occuparsi di Scuola e altre deleghe annesse. Mentre Bertuol di associazionismo, Sport e Cultura. Mentre la Burdisso potrebbe occuparsi di Commercio e Attività Produttive e Agricoltura, lasciando l’Ambiente a uno fra Massa e Lorenzi.

Ma sono tutte ipotesi: la verità la dirà Gambino, questo venerdì sera.

Commenti

Blogger: Claudio Martinelli

Claudio Martinelli
Giornalismo "reale"

Leggi anche

CHIOMONTE. ‘Preoccupazioni per No Tav’, estesa zona rossa Val Susa

Ancora una volta la campagna estiva dei No Tav in Valle di Susa viene valutata …

CHIVASSO. Archiviato il procedimento contro la maestra di Boschetto: non maltrattava i bambini

Dopo oltre un anno è stato archiviato il procedimento penale relativo alla vicenda dei presunti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *