Home / Torino e Provincia / Borgaro Torinese / BORGARO. Covid-19, cinque mesi dopo i casi sono zero
CLAUDIO GAMBINO sindaco di Borgaro

BORGARO. Covid-19, cinque mesi dopo i casi sono zero

Cinque mesi dopo, Borgaro registra zero persone attualmente positive al Coronavirus.

La notizia è stata resa nota dal primo cittadino, Claudio Gambino: “Penso si tratti di un dato molto importante che volevo condividere con tutti voi. Infatti credo che il merito di questo risultato vada riconosciuto a tutti i cittadini borgaresi che in questi mesi con pazienza, responsabilità e impegno personale hanno rispettato le regole e le disposizioni imposte dall’autorità; anche quando queste rappresentavano grandi limitazioni personali. Sono convinto che quanto è stato fatto da tutti noi sia servito, e non poco, ad evitare che questa maledetta pandemia facesse più danni di quanti ne ha fatti in questi lunghi mesi”.

In questo momento, Gambino rivolge un pensiero “con tanta commozione ai borgaresi che, a causa del virus, non ci sono più. E di riflesso ai loro familiari. Il ringraziamento mio e della Città va a tutti i medici, gli infermieri, gli operatori del 118, gli operatori Sanitari delle Resa che più di tutti sono stati provati dall’emergenza. Un ringraziamento particolare va fatto alle Associazioni di volontariato che ci hanno aiutato a gestire l’emergenza, Bersaglieri e Protezione Civile ma anche alle forze dell’ordine Vigili, Carabinieri e Guardia di Finanza che sono state in prima linea per far rispettare le regole a quei pochi, tutto sommato, che non avevano compreso a pieno la gravità della situazione. Il pensiero oggi va anche a coloro che ce l’hanno fatta e sono guariti, coloro che  hanno sconfitto il virus dopo aver vissuto giornate difficili in ospedale o in isolamento domiciliare. Pensare a loro mi da grande forza e grande fiducia per affrontare i prossimi mesi”.

Ma non è tempo di fare bilanci e soprattutto di abbassare la guardia: “Oggi più che mai dobbiamo continuare con quel grande senso di responsabilità a rispettare le regole essenziali per contenere i contagi, solo cosi potremo evitare di ricadere in un futuro prossimo di nuovo in una situazione d’emergenza da cui sarebbe molto complicato poterci risollevare.  Con la riapertura delle scuole il  14 settembre e la ripresa delle attività economiche ci sarà il vero ritorno alla nuova normalità. Solo allora capiremo veramente se la nostra Città e l’Italia tutta saranno fuori per sempre da questo brutto incubo. Perché questo succeda ognuno di noi dovrà, come già successo nel recente passato fare la sua parte, ricordando che il rispetto delle regole da parte di ognuno di noi è la condizione necessaria perché tutti insieme si possa vincere la partita”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

camoletto bigliotto volpiano

VOLPIANO. Bigliotto e Camoletto scatenate in consiglio sul decoro urbano

La scarsa cura del  decoro urbano a Volpiano? È «l’ennesima conferma dell’incapacità amministrativa» che Monica …

ospedale lanzo coronavirus

LANZO. Scintille tra Pd nazionale e Lega regionale sull’ospedale

Si torna a dare battaglia sull’ospedale di Lanzo. Questa volta le armi non sono imbracciate …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *