Home / Home / Bonus Mobilità 2020, tutte le risposte

Bonus Mobilità 2020, tutte le risposte

Bonus Mobilità 2020, tutte le risposte

Vogliamo comprare una bicicletta, magari l’abbiamo già acquistata e usufruire del bonus ci appare complicato. Chiediamo aiuto ad un esperto, un commercialista che è anche un appassionato ciclista, non potremmo volere di più. Facciamo qualche domanda al Dott. Massimo Sibona,  commercialista in Settimo.

Massimo grazie per la disponibilità, dacci una mano, a chiarirci le idee.

Prima domanda, cosa si può comperare?

Intanto grazie a te Gianni ed un saluto a tutti  i lettori.

Facciamo una premessa, parliamo del decreto che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale a cura del  Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, D.M. 14/08/2020 (G.U. 05/09/2020, n. 221). Il decreto ci dice che possiamo comperare tutte le bici muscolari ed elettriche e i veicoli a propulsione muscolare ed elettrica monopattini, o solo elettrici (segway overboard)  ovvero tutti i mezzi rientranti previsti dall’ art 33 bis del D.L. n. 162/2019 ed i servizi di mobilty sharing (tranne i veicoli), ad esempio vi dovrebbe rientrare il noleggio di monopattini.

Ma a quanto ammonta il Bonus?

Al  60%  della spesa con il limite massimo di 500 euro, si può usufruirne una sola volta, bisogna avere più di 18 anni, risiedere in un capoluogo di regione e provincia, in una città metropolitana o in un comune con più di 50.000 abitanti.

Dove possiamo comperare, in negozio o anche on line?

Si dovrà acquistare presso i soli fornitori accreditatisi sulla applicazione Web predisposta  dal ministero e visibili  in apposito elenco reso pubblico e consultabile.

Attenzione l’ accreditamento dei venditori sarà disponibile dal 20 ottobre quindi se si acquista prima di tale data e il venditore successivamente o non si è accreditato oppure non ha potuto, perché non rispetta i requisiti previsti sull’ acquisto, non si avrà il rimborso.

Quando compero, mi applicano subito il bonus e pago per la differenza oppure mi farò rimborsare?

Occorre distinguere i periodi di acquisto:

– Per gli acquisti fatti dal 4 maggio al 3 novembre prossimo si presenterà domanda di rimborso entro 60 gg  ovvero entro il 3 gennaio 2021 presentando i giustificativi di spesa (scontrino parlante o fattura) con le coordinate bancarie per accreditare l’ importo.

– Per gli acquisti dal 4 novembre sarà generato un voucher elettronico di spesa da utilizzare presso i fornitori autorizzati ed entro 30 giorni. Se scade occorre richiederne uno nuovo.

Si presume che potrebbe essere possibile pagare per differenza poiché i venditori per essere accreditati devono obbligatoriamente sottoscrivere l’ accettazione del buono.

Tuttavia occorrerà risolvere alcuni aspetti di ordine pratico come fornire lo scontrino con l’ intero importo per certificare la spesa sostenuta e per quantificare il corretto importo del credito.

Si confida in un prossimo chiarimento in merito al corretto utilizzo del bonus.

Come faccio ad ottenere il rimborso, quali documenti occorrono?

Dal 4 novembre potremo accedere ad un nuovo portale creato appositamente per fare la richiesta e generare il voucher del bonus;  per  avere accesso all’applicazione  occorre accreditarsi allo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Chi non è ancora in possesso delle credenziali le dovrà richiedere andando sul   sito WWW.spid.gov.it   scegliendo uno tra i provider abilitati con tempi di rilascio che dipendono dai singoli Identity Provider.

Fino a quando abbiamo tempo per comprare le biciclette?

Fino a esaurimento dei fondi o comunque in caso di ulteriori proroghe del dispositivo inserite con legge finanziaria 2021

Se le risorse non saranno sufficienti potremmo non essere rimborsati?

Il fondo di dotazione ammonta a 210 mln di euro che in caso di uso del limite massimo di spesa pari a 500 euro prevede un numero di rimborsi pari a 420.000 vendite. Occorre ricordare che i beneficiari saranno solo coloro  che rispettano i requisiti di residenza nei capoluoghi di regione, di  provincia, nei comuni con più di 50.000 abitanti e nei comuni sotto i 50.000 abitanti ma appartenenti alle citta metropolitane.

Tuttavia secondo le dichiarazioni del Ministro Sergio Costa qualora i fondi non dovessero bastare ci sono concrete possibilità per un ulteriore stanziamento in base alle richieste pervenute.

Grazie, Massimo, ci sei stato di grande aiuto. Ancora una domanda. Ma tu, la bicicletta nuova l’hai comprata?

Per l’ ultima domanda caro Gianni ti rispondo che io, da ciclista amatore, faccio un larghissimo uso sia di bici da strada che di mtb e quindi per me stesso e, come consiglio a tutti, suggerirei, con la dovuta calma, di effettuare un acquisto valutando e  scegliendo  sempre in funzione del proprio personale profilo di utenza; ovvero secondo la propria natura di appassionato ed a seconda della tipologia di utilizzo nel tempo libero del proprio mezzo.  Senza lasciarsi trascinare dalla fretta, per ottenere il bonus e comprare una bicicletta magari non adatta alle nostre esigenze.

Una buona pedalata a tutti !

Massimo Sibona e Gianni Fina

 

Commenti

Blogger: Ri-Ciclistica Settimese

Ri-Ciclistica Settimese
Ciclospazio

Leggi anche

Una città amica dei bambini

“I bambini sono le vittime, nascoste e silenziose, di piani urbanistici che non li hanno …

SETTIMO. Cirillo stronca la Greco e il Pd: “Ma che dice?!”

“Ma questa da dove se ne è uscita con queste cose?!”. Non usa mezzi termini …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *