Home / Sport / Altri Sport / BASEBALL. Il campionato per il Baseball Club Settimo ripartirà il 14 giugno
Baseball Club Settimo

BASEBALL. Il campionato per il Baseball Club Settimo ripartirà il 14 giugno

I campionati, di ogni ordine e grado, della Federazione Italiana Baseball e Softball inizieranno nel weekend del 14 giugno, compresa ovviamente anche la serie A2 che vedrà protagonista il Baseball Club Settimo. In origine, come da calendario, il campionato di A2 sarebbe dovuto iniziare il 4 aprile, poi i vertici federali hanno decretato la sospensione di tutti i campionati di ogni categoria fino al terzo weekend di aprile, fissando in domenica 19 aprile la data effettiva di inizio della stagione, con il Baseball Club Settimo atteso dalla sfida sul diamante del centro sportivo Valter Aluffi il Bollate Baseball Club 1959. Visto il perdurare dell’emergenza Coronavirus, nel Consiglio Federale di mercoledì 25 marzo tutto è nuovamente cambiato. Per il Baseball Club Settimo e per tutti. A spiegarlo è Andrea Marcon, presidente della Federazione Italiana Baseball e Softball: “Siamo tutti chiamati in questo periodo a dare il nostro contributo per risolvere al più presto questa emergenza. Il non poterci allenare e lo stare in casa sono sicuramente un sacrificio, ma è essenziale rispettare le norme alla lettera. Sono piuttosto convinto che quelle categorie di persone, a iniziare dal personale medico, che devono recarsi al lavoro in questi giorni sobbarcandosi turni di lavoro durissimi, sarebbero ben felici di potersi godere le mura di casa. Molti di loro, in questo periodo difficile, non possono nemmeno abbracciare i propri figli e credo che tutti noi dobbiamo rivolgere a loro il più caloroso ringraziamento per quello che hanno fatto, stanno facendo e faranno per l’intera comunità. E il modo migliore per ringraziarli credo sia proprio rispettare le norme alla lettera. Quella del Consiglio Federale è stata una seduta importante, con decisioni difficili da prendere, ma che crediamo contribuiranno, nel prossimo futuro, a rinormalizzare questa situazione. Sono consapevole che non tutti saranno d’accordo con quanto abbiamo stabilito, ma è nostra responsabilità agire nell’interesse di tutto il movimento. Prima di tutto i campionati. Con la delibera urgente del 5 marzo avevo spostato l’inizio delle attività al weekend del 19 aprile. Credo che siate tutti d’accordo che questo termine vada ulteriormente spostato in avanti e, perciò, i nostri campionati, di ogni ordine e grado, inizieranno nel weekend del 14 giugno. Sentiremo prima di tutto le Società, quindi formule dei campionati saranno rivisti direttamente da me con le Commissioni Organizzazioni Gare. Ringrazio il Consiglio Federale per avermi delegato a tale operazione, perché questa delega permette di snellire le procedure che dovranno necessariamente ‘vivere alla giornata’, visto che l’evoluzione dell’emergenza varia da momento a momento. Ovviamente, se la situazione non migliorerà sufficientemente, dovremmo tutti noi adattarci e tenerci pronti a partire ancora più avanti. Voglio anche ricordare l’operazione Safe At Home che, insieme alle aziende assicuratrici con cui lavoriamo, abbiamo avviato qualche giorno fa, ovvero l’estensione della copertura per le attività sportive relative alla preparazione concordata con le Società e che vengono svolte fra le mura domestiche: la giudico un’ulteriore attenzione, importante in questo momento in cui tutti dobbiamo pensare anche al bene dell’altro.
Voglio dire però una cosa: dobbiamo tutti assieme cercare, in ogni maniera, di disputare i Campionati. Ad ogni costo e con ogni formula possibile. Non possiamo permetterci di non giocare nel 2020, sarebbe una eventualità drammatica per tutti noi. Per favorire le Società nell’affrontare la situazione abbiamo preso tre decisioni fondamentali: la prima è che in nessun campionato ci sarà retrocessione (quindi neanche in A1 softball); così facendo ogni Club potrà organizzare la propria stagione senza patemi e permettendo così, magari, di risparmiare qualcosa nell’ingaggio dei giocatori stranieri. La seconda decisione riguarda veramente tutti: dalle A1 alle giovanili di ogni grado. Nel 2020 non verranno applicate le tasse gara, non saranno richieste fidejussioni e provvederemo a restituire quelle già consegnate. In terzo luogo, abbiamo sospeso tutte le obbligatorietà, individueremo invece soluzioni premianti per le Società che si distingueranno nell’attività giovanile. Questo credo sia un aiuto tangibile a cui confidiamo di far seguire in futuro altri provvedimenti in favore delle Società, tenendo sempre in buon conto la situazione finanziaria della FIBS. Desidero rivolgermi direttamente alle Società: nel novembre 2016 siamo stati chiamati a riordinare l’aspetto finanziario e, insieme a tutte le componenti del movimento, abbiamo fatto un lavoro che non possiamo permetterci di buttare via adesso. Però la Federazione siete voi e quindi è per noi un obbligo morale assoluto fare quanto possibile per sostenervi in questo momento così difficile. Mi auguro che questo vi sollevi un po’.Continueremo anche a restare in contatto stretto con il Governo e con il CONI per capire quali misure siano in preparazione per supportare l’attività delle associazioni e ve ne renderemo partecipi in tempo reale. Un’altra decisione difficile che abbiamo dovuto prendere è stata quella di cancellare l’edizione 2020 del Torneo delle Regioni e, conseguentemente, la partecipazione delle nostre selezioni alle fasi europee e mondiali della Little League. Troppe sono le variabili negative che potevano caratterizzare questa competizione e crediamo che sia un gesto responsabile quello di rinviare l’edizione lombarda della manifestazione al 2021 con conseguente slittamento al 2022 dell’assegnazione alla Toscana. La stessa Little League International ha comprensibilmente sospeso ogni programmazione in attesa degli sviluppi della situazione sanitaria. Confidiamo di poter organizzare a settembre o a ottobre una grande manifestazione giovanile che ci permetta di festeggiare tutti assieme il ritorno alla normalità. So che molti in questo momento non saranno felici, ma non lo siamo neanche noi, credetemi. A livello internazionale, al momento la WBSC ha confermato le competizioni mondiali, in particolare le Coppe del Mondo U15 Baseball e U18 Softball che ci riguardano direttamente, ma ovviamente si tiene sotto controllo l’andamento della pandemia. Per quanto riguarda l’Europa, è in partenza una lettera per CEB ed ESF nella quale il Consiglio Federale FIBS propone di non disputare nessuna manifestazione nel 2020. Ringrazio ancora tutti voi per quello che state facendo. Il nostro mondo sta continuamente mandando segnali belli e positivi attraverso i social e nel dimostrare attenzione al rispetto delle regole. Oggi, ancora più che mai, sono orgoglioso di rappresentarvi tutti quanti. Abbiate cura di voi stessi e di chi vi circonda. Andrà tutto bene. Un abbraccio virtuale, ma caloroso più che mai, in particolare a coloro che, purtroppo, devono in questi giorni piangere la perdita di propri cari, con l’ulteriore dolore di non poterli salutare, in molti casi, come avrebbero desiderato”.

Il Baseball Club Settimo e tutte le altre società attendono quindi nuovi sviluppi, nella speranza di poter tornare sul diamante, anche solo per gli allenamenti, il prima possibile.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Rugby San Mauro C1

RUGBY. Le rivali di Ivrea Rugby Club in serie B e Rugby San Mauro in C

Definite date e formule delle competizioni nazionali 2020/21, che interessavano Ivrea Rugby Club e Rugby …

Move Crescentino al 1° raduno Karate friends

KARATE. Il Move Crescentino non può mancare al 1° raduno Karate friends

Il Move Arti Marziali di Crescentino ha preso parte domenica 13 settembre al primo raduno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *