Home / Torino e Provincia / Banchette / BANCHETTE. Un convegno in Puglia per il progetto “Facile Contributi”

BANCHETTE. Un convegno in Puglia per il progetto “Facile Contributi”

Martedì scorso, l’amministrazione di Banchette, a San Nicandro Garganico, presso la sala conferenza di palazzo Fioritto,  ha partecipato ad un nuovo incontro di lavoro del progetto “Facile Tributi. Sportello OnLine del Contribuente”, volto a contribuire alla modernizzazione del sistema amministrativo e i servizi verso cittadini ed imprese (e- government) e al rafforzamento della trasparenza e della partecipazione civica (open government). Un progetto su scala nazionale che vede la partecipazione di alcuni comuni, tra cui anche Banchette. L’incontro segue quello tenuto dall’Unité des Communes valdôtaines Grand-Combin a Gignod, in Valle D’Aosta, ed è finalizzato a consolidare il partenariato tra i diversi comuni per condividere le “buone pratiche” amministrative nell’ambito dei servizi che semplificano e velocizzano gli adempimenti fiscali dei contribuenti dei comuni.

Il progetto prevede il riuso di alcune esperienze di successo per la realizzazione di uno sportello on-line, con un fascicolo virtuale a cui il cittadino-contribuente può accedere per consultare o aggiornare la propria situazione tributaria e usufruire di servizi che semplificano e velocizzano gli adempimenti fiscali (stato patrimoniale, stato tributario e pagamenti).

Il progetto proposto, però, non si esaurisce nell’adozione di un nuovo software, ma comprende l’integrazione di nuovo canale digitale di relazione con i cittadini/contribuenti, quale strumento di comunicazione privilegiato per instaurare un rapporto collaborativo e propositivo di semplificazione degli adempimenti richiesti al contribuente.

L’adozione di uno sportello virtuale implica, perciò, una revisione delle procedure organizzative dell’ente per la gestione delle istanze on-line e comporta, nel complesso, una vera e propria modernizzazione del sistema amministrativo con riferimento agli aspetti gestionali, organizzativi, di semplificazione e digitalizzazione di processi e servizi verso i cittadini e le imprese (e-government), rafforzando la trasparenza e la partecipazione civica attraverso lo sviluppo e la diffusione dei dati pubblici (open government).

L’idea prevede, quindi, lo scambio di buone pratiche attraverso il trasferimento di prassi, esperienze, metodologie, sistemi organizzativi e gestionali innovativi, con il supporto di un sistema informativo che integra, attraverso tecniche di cooperazione applicativa, i sistemi gestionali verticali del singolo ente inerenti ai tributi, al fine di superare la criticità della gestione della relazione con i contribuenti. Nello specifico, l’interoperabilità con altre banche dati mette in relazione il nuovo sistema con i sistemi dei singoli comuni e i dati catastali, consentendo il miglioramento dei modelli e degli strumenti di controllo di gestione delle amministrazioni e introducendo un sistema di supervisione e gestione dei processi di relazione con i contribuenti.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. “Fera Dij Coj”, la grande festa commerciale rallegra la città

La Fera Dij Coj la conoscono bene anche all’estero. “Ho incontrato dei tecnici inglesi che …

SETTIMO. Proposta di Ruzza e Catenaccio “La Segre, cittadina onoraria”

Dopo le polemiche della settimana scorsa, nel consiglio comunale del 28 novembre, si tornerà a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *