Home / Torino e Provincia / Banchette / BANCHETTE. Celebrato il 71esimo anniversario della Liberazione

BANCHETTE. Celebrato il 71esimo anniversario della Liberazione

Spettacolari sono state a Banchette le celebrazioni per il 71’esimo anniversario della Liberazione. Nella mattinata di venerdi 22 aprile al mattino, il Sindaco Franca Sapone ha incontrato la Staffetta Partigiana Liliana Barbaglia Curzio presso il salone “Pinchia”. A lei i ragazzi della Scuola Media “S.Pertini” di Banchette hanno posto domande e curiosità sulla sua esperienza di Staffetta.
Gli studenti delle classi terze hanno poi deliziato con i canti e le letture delle lettere dei Partigiani Canavesani indirizzate ai propri cari.
Gli attori Davide Mindo e Stefania Longo si sono esibiti in due rappresentazioni teatrali a tema, e il musicista Alberto Fiò Bellot ha riportato la platea giovanile indietro nel tempo e fatto ascoltare i canti della Resistenza. Il Sindaco ha concluso le celebrazioni con la sua orazione ufficiale mentre i ragazzi hanno deposto la Corona al Cippo ai Caduti alla presenza di ANPI, ANC, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e pubblico presente. “Un bellissimo incontro di riflessione con le nuove generazioni, ai giovani ragazzi di oggi, adulti di domani. A loro va il nostro messaggio di pace e libertà.
Perchè siamo sempre più convinti che bisogna far tesoro degli errori del passato per non commettere errori in futuro” ha sottolineato l’amministrazione comunale.
Le celebrazioni sono proseguite nel pomeriggio insieme ai fantastici bambini della Scuola Primaria “W.Fillak”. Qui il Sindaco Franca Sapone ha tenuto il suo discorso ufficiale e deposto la Corona alla targa alla memoria di W.Fillak. I bambini hanno recitato poesie, letto testi della Resistenza, cantato “Bella Ciao” e l’Inno di Mameli. Tanta la gente intervenuta. La giornata è terminata con la consegna del “Libro della Pace” alla maestra Mariangela Cracco, ringraziandola per aver organizzato la “Marcia della Pace e della Libertà” all’indomani degli attentati terroristici dell’Isis a Parigi, dando così ai piccoli banchettesi un messaggio di speranza: perché Liberazione = Libertà, ma non può esistere la Pace senza la Libertà.
A tutti i ragazzi delle classi terze della media Pertini, inoltre, è stata consegnata una copia del libro “Una Storia da Ricordare”, edito da Anpi. Fortemente voluto da Carlo Alberto Grosso, il libro è dedicato alla memoria di suo figlio, Simone Grosso, giovane anti-fascista eporediese, morto per un incidente durante un’esercitazione in montagna.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

chivasso

CHIVASSO. Ospedale D’Ambrosio, Giacometto e Fluttero: “Intitoliamolo subito!”

“Ribadisco il mio apprezzamento e la mia convinta adesione all’idea di intitolare l’ospedale di Chivasso …

FRONT. Circonvallazione, la giunta ha approvato il preliminare

Il primo step è compiuto. Nei giorni scorsi la giunta comunale di Front, presieduta dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *