Home / Torino e Provincia / Balme / BALME. Castagneri si ricandida: “Balme sarà un piccolo gioiello turistico”

BALME. Castagneri si ricandida: “Balme sarà un piccolo gioiello turistico”

Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”.  Con Venditti nelle cuffie, Gianni Castagneri ha preso la sua decisione: si ricandiderà a sindaco di Balme, dopo aver guidato il piccolo paesino delle Valli di Lanzo dal 1999 al 2009.  Assessore dell’Unione Montana, ristoratore, giornalista e scrittore con all’attivo numerose pubblicazioni sulla storia e l’attualità della montagna, guiderà una lista civica composta per buona parte da consiglieri uscenti e qualche volto nuovo. “Siamo un gruppo coeso che crede nelle grandi potenzialità di Balme – spiega Castagneripaese che negli ultimi vent’anni ha vissuto una vigorosa rinascita della propria economia. Ora quell’azione positiva ha bisogno di essere rilanciata e crediamo di possedere l’entusiasmo e l’esperienza per farlo”.  Negli ultimi vent’anni Balme ha investito notevolmente sulle proprie risorse. Dall’escursionismo allo sport, dalla cultura alla gastronomia. Sul territorio comunale sono nate nuove imprese e quelle esistenti hanno goduto di un rilancio prima impensabile.  Oggi in paese, oltre alle attività agricole e di allevamento che vedono durante l’estate un intenso sfruttamento di prati e pascoli, con una significativa produzione casearia, sono attivi quattro ristoranti, due rifugi alpini, due rifugi escursionistici, un agriturismo, tre bar, due bed & breakfast, un negozio di alimentari e uno di articoli sportivi. L’importante stabilimento di imbottigliamento delle acque si è completamente rinnovato, ha raddoppiato l’area di lavorazione e da poco produce diverse tipologie di birra biologica. Da qualche anno poi, alcuni giovani hanno cominciato a coltivare diverse specie di erbe officinali, tanto che un produttore ha realizzato liquori originali e l’ormai noto “Genepy di Balme”.

Senza dimenticare iniziative come l’originale ecomuseo delle Guide Alpine, il parco avventura, le palestre di arrampicata, le piste da sci e pattinaggio e la riserva di pesca.

Siamo convinti – aggiunge Castagneriche i prossimi anni saranno decisivi per consolidare i risultati fin qui conseguiti e per ottenerne di nuovi. Senza danneggiare nessuno e collaborando con l’Unione Montana delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, che in questi anni è stata a fianco dei comuni con progettualità e aiuti economici, crediamo di poter conferire nuovi impulsi al turismo e alle altre attività esistenti. Presto vedranno la luce cospicui interventi di manutenzione programmati negli scorsi anni, così come a breve partirà l’atteso progetto di Strategia per le Aree Interne. Iniziative rilevanti che vorremmo accompagnare con semplici ma significative attenzioni rivolte a tutto il territorio, con un occhio di riguardo ai più giovani. Balme, grazie anche alla considerevole realtà del Pian della Mussa, è sempre più un’apprezzata località e con un po’ di cura, di attenzione e soprattutto di passione, può davvero diventare un piccolo gioiello turistico”.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

olivetti

IVREA. Mediobanca apre gli archivi… Ecco la storia del salvataggio Olivetti

Mediobanca apre l’archivio storico intitolato a Vincenzo Maranghi dove sono consultabili i documenti dei primi …

SAN BENIGNO. “Lascio L’Eredità per tornare a scuola, i ragazzi mi aspettano”

Ha emozionato tutta Italia Niccolò Pagani, professore della scuola media salesiana di San Benigno Canavese, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *