Caterina Ceresa

Autore e collaboratore de La Voce del Canavese nell'alto Canavese di: Caterina Ceresa

Home / BLOG / ATTUALITÀ. Niente skilift a Piamprato

ATTUALITÀ. Niente skilift a Piamprato

Di neve ce ne sarebbe (e non è cosa scontata: in anni recenti molte volte gli impianti erano stati chiusi in più occasioni proprio per la sua assenza) ma lo sci di discesa a Piamprato non lo si può praticare. Salvo che si voglia risalire a piedi il pendio dal quale scendere poi con gli sci ai piedi. Lo skilift della piccola stazione sciistica è infatti fermo: non può essere messo in funzione perché non più a norma. Prima mancavano i soldi per effettuare i lavori necessari, poi è mancata la possibilità pratica di svolgerli in tempo utile.

Storie di ordinaria burocrazia e di ordinaria disorganizzazione.

Piamprato è una frazione del Comune di Valprato, situata a 1550 metri di altitudine ed attrezzata per la pratica degli sport invernali in formato famiglia. Possiede una pista di discesa un anello di fondo, un tapis roulant ed un Baby-park e vi si può praticare lo Snowboard. La pista di discesa è lunga 800 metri, il dislivello  modesto (dai 1638 metri ai 1550 dell’abitato), il grado di difficoltà basso, il costo del giornaliero contenuto: 12 euro. Insomma l’ideale per i bambini, i principianti  e per quanti desiderano trascorrere qualche ora sulla neve a poca distanza da casa e senza affrontare costi consistenti.

Lo skilift venne realizzato trent’anni fa ed è proprio questo il problema:  trent’anni è il limite previsto per tal genere di  impianti. Per continuare a farlo funzionare sarebbe stato necessario un intervento di manutenzione straordinaria: né il Comune di Valprato né “Pianeta Neve Ski”  (l’associazione che gestisce gli sport invernali nel paese ) avrebbero avuto la possibilità di provvedere di tasca propria.

Ecco quindi la partecipazione del Comune  ad un apposito bando regionale: Valprato ha ottenuto il finanziamento, ammontante a 25.000 euro, ma si era  in novembre ed era troppo tardi per provvedere. 

“Pianeta Neve Ski” ha reso noto il problema con un comunicato-stampa datato 2 gennaio, nel quale ringraziava l’amministrazione comunale per l’impegno profuso ed auspicava una proroga che consentisse l’apertura della sciovia. Intanto ricordava che “nonostante tutto il tapis roulant con annesso Baby Park continuerà ad essere aperto tutti i giorni fino al 7 gennaio 2018 dalle 9,30 alle 16,30 con possibilità di affitto attrezzatura (sci, snowboard, scarponi, bob, slittino, casco, sci e scarponi da fondo). Sarà altresì aperto l’anello di sci di fondo e ci sarà possibilità di affitto ciaspole per una gita nella natura incontaminata che circonda il piccolo abitato di Piamprato.” Infine “Pianeta Ski” ringraziava “gli amanti dello sci che hanno affollato l’impianto in questi giorni”.

Commenti

Leggi anche

LANZO – Addio Marita, non ti dimenticheremo mai…

Pubblico questo ricordo di Marita Spandre, deceduta lo scorso 9 ottobre. Marita era membro del …

Giochi antichi e sempre attuali

Giochi antichi e sempre attuali Ho raccolto leggendo dei libri un breve spaccato dei giochi …