Home / BLOG / “Atti divini”: la mostra del fotografo David Lachapelle alla Reggia di Venaria
sdr

“Atti divini”: la mostra del fotografo David Lachapelle alla Reggia di Venaria

David Lachapelle, l’estroso fotografo americano che usa la macchina fotografica come fosse il pennello di un pittore rinascimentale italiano, aggiungendo tocchi di surrealismo e ironica irriverenza, entra alla Reggia di Venaria con una mostra dal titolo “Atti divini “. Si tratta di una selezione di settanta opere, tra lavori già noti (come il Deluge del 2007) e inediti realizzati negli ultimi anni che hanno come sfondo la natura vergine delle Hawaii. A fare da cornice, o forse da contrasto, allo stile effervescente dell’artista statunitense è il barocco juvarriano della Citroneria. Lungo il percorso si passa da nature morte in cui fanno capolino i telefoni cellulari, a reinterpretazioni di capolavori classici come la festante “Rinascita di Venere”, ispirata a Botticelli, o l’ ”Ultima cena” in cui, nella visione di Lachapelle, il Cristo è circondato da personaggi tipici dell’ambiente metropolitano americano, più che da candide figure apostoliche. Il sacro incontra il profano e dal contrasto, o forse dal loro avvicinamento, nasce una comunicazione dalle tinte forti. Non mancano messaggi critici, come quello che sprigiona da “Icaro” in cui l’alato mito greco giace, al termine della sua caduta aerea, su un mucchio di monitor in disuso, simbolo di moderni cimiteri che stanno crescendo intorno a noi. Tra i figuranti delle opere di Lachapelle spuntano nomi celebri: ci si trova di fronte a Kim Kardashian, nella veste di una giunonica Vergine Maria e a Miley Cirus che ha posato senza veli, per citare alcune delle star che sono passate davanti al suo obiettivo. Michael Jackson presta la sua immagine per rappresentare l’arcangelo Michele mentre in una nuova “pietà” michelangiolesca un Gesù americano sostiene le spoglie della pop star e allo spettatore sorge il dubbio su chi sia il vero dio. Per chi cerca nuove ispirazioni o è alla ricerca di nuove vie per la creatività o vuole sentirsi anche solo provocato è la mostra giusta. Lavazza ha affidato al maestro del Connecticut il suo calendario 2020 e tra gli “Atti divini” alla Reggia si può ammirare in anteprima assoluta “Realize”, una delle immagini che potremo vedere sul calendario del prossimo anno.

Commenti

Blogger: Andrea Capello

Andrea Capello
Appunti di viaggio

Leggi anche

SAN RAFFAELE. Colline Sicure: un successo l’esercitazione dell’A.I.B.

Sabato 16 novembre è approdata a San Raffaele Cimena “Colline sicure”, un’esercitazione di protezione civile …

CASTIGLIONE. Cambia di nuovo il gestore dello scuolabus ed è polemica

È di nuovo bufera sul servizio scuolabus del Comune. Dopo i disagi patiti a settembre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *