Home / Sport / Altri Sport / ATLETICA LEGGERA. L’azzurra Vallortigara debutta nel tradizionale meeting dedicato al salto in alto di Banska Bystrica

ATLETICA LEGGERA. L’azzurra Vallortigara debutta nel tradizionale meeting dedicato al salto in alto di Banska Bystrica

Al via la stagione indoor di Elena Vallortigara. Sabato 9 febbraio sarà il giorno dell’esordio per l’azzurra a Banska Bystrica, in Slovacchia, nel tradizionale meeting dedicato al salto in alto che attende quattro italiani. Al femminile, oltre alla 27enne dei Carabinieri, anche il bronzo mondiale in sala Alessia Trost(Fiamme Gialle), 1,94 nella prima uscita di Hustopece, e l’altra finalista olimpica Desirèe Rossit (Fiamme Oro), 1,85 in quell’occasione. Poi 1,80 per entrambe a Trinec, nella seconda tappa di fine gennaio in Repubblica Ceca. Tra gli uomini in pedana il recordman nazionale Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) che ha sabato ha debuttato piazzandosi quarto con 2,26 a Karlsruhe. Per tutti ci sarà quindi la possibilità di tornare in azione agli Assoluti di Ancona, venerdì 15 febbraio, in vista degli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo).

LA NUMERO DUE – La Vallortigara nella scorsa estate è diventata la seconda dell’anno al mondo e anche la seconda azzurra di sempre con il volo a 2,02 in Diamond League, a Londra, dietro la primatista italiana Antonietta Di Martino (2,04 indoor proprio a Banska Bystrica, nel 2011, e 2,03 all’aperto nel 2007). Una misura arrivata al culmine di un’ascesa con dieci gare consecutive sopra 1,90 prima di tre errori a questa quota nella rassegna continentale di Berlino, dove è uscita di scena in qualificazione. La sua ultima competizione è stata agli Assoluti di Pescara, il 9 settembre, quando ha vinto il suo primo tricolore outdoor per riportarsi a 1,91. Risale invece a otto anni fa il record personale indoor per la vicentina che si allena a Siena con il tecnico Stefano Giardi: 1,90 il 29 gennaio 2011 a Padova.

IL CAST – Tanti big annunciati nella sfida di Banska Bystrica, a cominciare dall’iridata Mariya Lasitskene. Dominatrice della specialità a livello mondiale, la 26enne russa ha iniziato il 2019 con una rara sconfitta (seconda con 1,97 a Chelyabinsk, battuta dalla connazionale Anna Chicherova), ma poi si è aggiudicata le successive cinque gare fino al 2,04 di domenica a Mosca, eguagliando il personale indoor. Cercheranno di insidiarla due atlete ucraine che a Hustopece sono salite a 1,99: Katerina Tabashnyk e la 17enne Yaroslava Mahuchikh, neoprimatista mondiale under 20 al coperto, senza dimenticare la bulgara Mirela Demireva, argento olimpico ed europeo. Al maschile si ripresentano i primi tre di Karlsruhe: la rivelazione giapponese Naoto Tobe(2,35), il cinese Wang Yu e il bahamense Donald Thomas, ma anche il 21enne bielorusso Maksim Nedasekau vicecampione continentale, e il polacco Sylwester Bednarek, oro agli ultimi Europei indoor.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TENNIS. Il presidente della FIT Binaghi: “Successo del sistema-Paese”

“L’assegnazione del compito di organizzare a Torino le ATP Finals dal 2021 al 2025 rappresenta …

TENNIS. A Torino le Atp Finals dal 2021 al 2025

Sarà Torino la sede delle Atp Finals, uno dei massimi appuntamenti tennistici del circuito al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *