Home / Piemonte / Asti / ASTI. Violenza donne: botte alla convivente, condannato astigiano
Il Tribunale di Asti

ASTI. Violenza donne: botte alla convivente, condannato astigiano

Tre anni e tre mesi di carcere è la condanna di primo grado inflitta dal giudice del tribunale di Asti ad Andrea Nebbiolo, 49 anni di Quarto d’Asti per gravi maltrattamenti in famiglia e lesioni. L’uomo, che ha una ditta di pulizie, è accusato di aver usato violenze ripetute e costanti contro la compagna di 41 anni, il figlio minore, la sorella e la madre conviventi. “Sono emersi fatti che mettono in evidenza la violenza di Nebbiolo, che non è mai venuto in udienza”, dice l’avvocato di parte civile Alberto Bazzano. Secondo quanto emerso dalle testimonianze raccolte in aula, il quarantenne che è a piede libero ma ha il divieto di avvicinamento alla famiglia, minacciava col coltello la compagna, picchiava tutte le donne della sua famiglia, la madre e la sorella, in casa e fuori. La convivente, finita due volte al pronto soccorso, aveva avuto paura a denunciarlo e dormiva con lo spray al peperoncino sotto al cuscino. “Quelle donne – racconta il legale – vivevano in un clima di terrore. Lui le raggiungeva al lavoro e nei bar e le aggrediva”. Alzava le mani sul bambino di cinque anni, lo puniva e chiudeva in una stanza.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

influenza

Vaccinazione antinfluenzale “al via” dal 28 ottobre

Lunedì 28 ottobre parte la campagna stagionale di vaccinazione contro l’influenza. Come ogni anno, il …

TORINO. Consorzi rifiuti: allo studio una modifica della legge. L’accorpamento non sarà più obbligatorio 

La legge regionale 1 sui rifiuti sarà modificata e la nuova proposta potrebbe essere presentata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *