Home / Piemonte / Asti / ASTI. Uccise per impedire perizia, chiesti 30 anni per 92enne

ASTI. Uccise per impedire perizia, chiesti 30 anni per 92enne

Chiesti trent’anni di carcere per un 92 enne astigiano, Dario Cellino, a processo per l’omicidio volontario, aggravato da futili motivi, di Marco Massano, geometra di 44 anni di Asti, ucciso il 9 novembre 2018 a Portacomaro d’Asti con un colpo di fucile per evitare che svolgesse la perizia sul valore dell’immobile dell’anziano su cui pendeva un decreto esecutivo. È la richiesta del pm, Giorgio Nicola, al termine dell’udienza che si è celebrata a porte chiuse e con rito abbreviato. In aula era presente l’imputato che ha reso dichiarazioni spontanee. “In base all’età, la richiesta di 30 anni di carcere è eccessiva”, ha detto l’avvocato difensore, Sabrina Zeglio. “Cellino ha ucciso in maniera determinata, cosciente, con un’arma da fuoco ‘micidiale’. Non ci sono dubbi si sia trattato di un gesto volontario” ha affermato l’avvocato di parte civile della famiglia della vittima, Alberto Bazzano. “C’era volontà diretta a uccidere – ha aggiunto il legale di parte civile della sorella di Massano, Silvia Merlino – lo si desume dalle perizie svolte”. In aula c’era anche la moglie di Marco Massano, Sara. “Ho ascoltato le dichiarazioni di Cellino. Non provo rabbia – ha detto – mi dispiace che non abbia provato in alcun modo empatia e non abbia mostrato sentimenti”. Prossima udienza il 23 settembre.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORINO. Incidenti montagna: alpinista piemontese ferito in Pakistan

Un alpinista piemontese, Francesco Cassaro, di professione medico, è rimasto ferito ieri in un incidente …

Polizia stradale

ALESSANDRIA. Incidenti stradali: vittima su A21 aveva 19 anni

La persona morta nell’incidente di questa notte sull’A21 – secondo quanto confermato dalla polizia stradale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *