Home / Piemonte / Asti / ASTI. Giustizia: caso Asti; pg, decide legge non avvocati
Il Tribunale di Asti

ASTI. Giustizia: caso Asti; pg, decide legge non avvocati

Solo la legge ” prevede come, quando, e da parte di quale pubblica autorità, è possibile il trasferimento dei magistrati”. E quanto afferma il procuratore generale del Piemonte, Francesco Saluzzo, parlando “anche a nome di tutti i procuratori del distretto”, in merito all’iniziativa della camera penale Subalpina che ha invitato tre giudici del tribunale di Asti a cambiare funzione e regione. L’ambito è quello della sentenza, in un processo al tribunale di Asti, letta prima che fosse data la parola alla difesa.

“Non spetta ad alcuno, e nemmeno agli avvocati singoli o associati – scrive Saluzzo – fare pressioni sugli organi costituzionali o istituzionali ai quali è rimesso il potere della valutazione e della sanzione. Non è ammissibile che si invochino misure sommarie e neppure che si esercitino pubbliche intimazioni a singoli magistrati venendo così a creare artificiosamente situazione di debolezza ambientale e di difficoltà nell’esercizio della giurisdizione. Soprattutto a fronte di un fatto isolato, unico e per nulla indice di una diffusa tendenza alla sottovalutazione del ruolo della difesa”. Saluzzo osserva che “quei magistrati hanno diritto a che il loro caso sia esaminato e trattato con questo la stessa serenità che i giudici la riservano e garantiscono a chi è portato al loro giudizio” ma che in questa circostanza “si vorrebbero negare loro quei diritti che gli avvocati per primi sempre rivendicano e per i quali si battono contante giuste iniziative”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Lutto per l’ex Consigliere Comunale Michele Marchitto

Simone Corradengo, giornalista e nipote dell’ex consigliere comunale Michele Marchitto, ci ha inviato l’articolo per …

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *