Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / Asti / ASTI. Furbetti cartellino,Villanova sospende comandante municipale

ASTI. Furbetti cartellino,Villanova sospende comandante municipale

L’agente timbrava il cartellino per poi presentarsi al lavoro un’ora dopo. E già che c’era timbrava anche quello del suo capo, che però arrivava in ufficio due ore più tardi perché residente a Torino. I furbetti del cartellino scoperti dalla Guardia di Finanza sono il comandante della polizia municipale di Villanova, quasi 6 mila abitanti in provincia di Asti, e un agente. Le fiamme gialle, su mandato della procura astigiana, hanno notificato al primo un divieto di dimora fuori dal Comune di Torino per il reato di truffa aggravata. Indagato, in concorso, il collega agente.
Il trucco del cartellino andava avanti da un paio d’anni. Le indagini hanno accertato, secondo le Fiamme gialle “l’esistenza di un’abituale e sistematica condotta illecita realizzata mediante false certificazioni delle presenze giornaliere in servizio al fine di far risultare la presenza dei pubblici ufficiali sul luogo di lavoro, quando, in realtà, erano assenti”.
Gli uffici dei due indagati sono stati perquisiti.

Il Comune di Villanova d’Asti si costituirà parte civile nel procedimento per i furbetti del cartellino che vede coinvolti il capo della polizia municipale e un agente. Lo rende noto il sindaco, Cristian Giordano, che annuncia anche l’intenzione di sospendere dall’incarico il comandante.
“Sono dispiaciuto e amareggiato – commenta il primo cittadino -. Prendo atto delle indagini e ora ci affidiamo al corso della giustizia”. A dare avvio all’inchiesta era stata una segnalazione del sindaco, che aveva notato irregolarità e discrepanze di orari tra la timbratura e l’arrivo effettivo dei due agenti.
Anche questa mattina i due, nonostante la timbratura alle 7:30, hanno preso servizio poco prima delle 9. “Il segretario comunale sta avviando la procedura – conclude il sindaco – ed entro 48 ore il comandante sarà sospeso dall’incarico”.

Commenti

Leggi anche

povertà

TORINO. Povertà: mons. Nosiglia partecipa Colletta Alimentare

Come negli anni passati, domani alle 12.30 l’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, andrà a …

Carabinieri

NOVARA. Violenza donne: dopo 15 anni maltrattamenti denuncia l’ex

Dopo aver subito 15 lunghi anni di maltrattamenti e violenze, ha avuto il coraggio di …