Home / Piemonte / Asti / ASTI. Chef morto dopo la rapina, accusato 19 anni dopo è assolto
AULA DEL TRIBUNALE

ASTI. Chef morto dopo la rapina, accusato 19 anni dopo è assolto

È stato assolto per non aver commesso il fatto Gianpaolo Nuara, 40 anni di Asti, accusato a distanza di 19 anni dell’omicidio di Piero Beggi, lo chef e contitolare del ristorante ‘Ciabot del Grignolino’ di Calliano (Asti) rapinato e poi morto per le ferite riportate, nella cantina del locale, la notte tra il 2 e 3 gennaio 2000. Lo ha stabilito il gip del tribunale di Vercelli, oggi al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato. Lo ha riferito l’avvocato della difesa, Maurizio La Matina. Il pm aveva chiesto 30 anni carcere. “È emersa la debolezza dell’impianto accusatorio – ha detto La Matina – il materiale probatorio ho sempre ritenuto fosse insufficiente”. Nuara era stato accusato di far parte della banda che assalì lo chef e lo tortuŕo affinché rivelasse il nascondiglio dell’incasso, oltre 30 milioni di lire. Tracce di dna dell’imputato erano state trovate a distanza di 19 anni su una calza che i rapinatori indossarono per nascondere il loro volto, nel corso di un’altra indagine, su un furto avvenuto a Pavia.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VERBANIA. Donna ‘insospettabile’ trovata con 3 kg di marijuana in auto

Una donna di Verbania, all’apparenza insospettabile, è stata trovata con oltre 3 chili di marijuana …

Arresto

TORINO. Ruba abiti di valore e dorme in centro commerciale, arrestato

Una notte chiuso nel centro commerciale per rubare vestiti di marca. Era questo il progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *