Home / Piemonte / Asti / ASTI. C’è il numero civico ma non l’interno, annullato processo
processo
processo

ASTI. C’è il numero civico ma non l’interno, annullato processo

L’indirizzo di casa dell’imputata era incompleto: accanto al numero civico non era stato indicato l’interno. La Cassazione, dunque, ha revocato la sentenza con cui il tribunale di Asti, nel 2015, condannò una giovane romena a un anno e due mesi di carcere per furto aggravato. Gli atti sono stati riconsegnati all’autorità giudiziaria della città piemontese per un nuovo procedimento.
La ragazza, oggi ventottenne, era stata fermata dai carabinieri nel 2013 insieme a tre connazionali dopo un ‘colpo’ in un supermercato nell’Astigiano. Gli atti dell’inchiesta (compreso il verbale di una perquisizione) le furono consegnati nel suo domicilio di Torino, in una palazzina del quartiere Barriera                 di Milano, ma non il decreto di citazione a giudizio: l’ufficiale giudiziario aveva avuto l’indirizzo incompleto (il numero 28 non era accompagnato dall’indicazione ‘interno 13’) e restituì il documento all’Ufficio di Asti con una richiesta di precisazione che non arrivò mai.
La romena, così, ha fatto ricorso in Cassazione spiegando di non aver potuto partecipare al processo per la “mancata notifica”, ottenendo ragione.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO – Riflessioni sulla pandemia dalle Valli di Lanzo

Sono le minoranze più rumorose, lo sappiamo bene, a farsi notare di più in ogni …

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *