Home / BLOG / Assessore Castello, che pollice verde!
Quel che restava dell'acero appena tagliato

Assessore Castello, che pollice verde!

C’è qualcuno, o qualcosa, a Chivasso che ha gli stessi anni della nostra Italia? No. Da venerdì, non più. In natura, fino all’altro giorno, l’unica traccia vivente era il secolare acero di piazza Garibaldi – toh, un nome, un destino -, posto nei pressi della stazione ferroviaria, proprio di fianco a quella che un tempo era la fermata degli autobus. Era stato piantato qui, ricordano i chivassesi un po’ più in là con gli anni, cui i loro nonni e bisnonni hanno tramandato la memoria, esattamente nel 1861. In America – e chi c’è stato non può che confermare -, ci avrebbero fatto un museo tutt’intorno. L’attrazione delle attrazioni. La testimonianza vivente dello spirito patriottico nazionale. Ebbene qui, a Chivasso, l’amministrazione comunale come ha deciso di valorizzare l’unica traccia di vita rimasta di 152 anni fa? Suvvia, che diamine: dandogli una bella ‘ranzata’, no?! Già, perché la pianta – si affrettavano a comunicare da Palazzo Santa Chiara pochi giorni prima dell’eutanasia – sarebbe stata a “rischio schianto”. Dunque, andava abbattuta. Stop. Niente altro da dire. “Morta una pianta, se ne farà un’altra…”. Nessun rimpianto. Nessun rimorso. Ci chiediamo, e chiediamo in primis all’assessore ai Lavori e al Verde Pubblico Claudio Castello: ma possibile che di fronte ad un simile patrimonio arboreo e storico della nostra città, non si riesca a fare niente di meglio che sbarazzarsene in quattro e quattrotto, applicando alla lettera le conclusioni suggerite da una fredda e asettica perizia eseguita sull’acero? Possibile che questi nostri amministratori non abbiano un “quid” in più da dare alla nostra città? Ma che ci stanno a fare lì, su quelle poltrone, se interpretano il ruolo politico come fossero l’ultimo dei dipendenti pubblici? O, peggio, il più apatico degli esattori di Equitalia? Castello, se ci fai e non ci sei, batti un colpo! Ma non su altre piante, per cortesia…

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

VILLAR PEROSA. Scontro con 2 morti: automobilista positivo all’alcoltest

È risultato positivo all’alcol test, il 20enne di Frossasco che questa mattina era alla guida …

Municipio ivrea

IVREA. Il nuovo Piano regolatore, l’occasione per fermare le speculazioni inutili e rilanciare la città.

La società Genco ha chiesto al comune di Ivrea di inserire il programma di riqualificazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *