Home / BLOG / Arrosto con fichi e Syrah, terre del creario

Arrosto con fichi e Syrah, terre del creario

Per questo piatto consiglio di utilizzare una carne saporita di maiale, di avvolgerla in alcune fette di pancetta;  abbinata ai fichi e all’uva, regala un piacevolissimo contrasto al gusto saporito della carne.

Utilizziamo questi ingredienti per 4 persone:

-600 g di lonza di maiale

-300 g di fichi maturi

-1 grappolino d’uva nera

-1 scalogno

-2 fogli d’alloro

-2 rametti di timo

-1 rametto di rosmarino

-2 foglie di salvia

-succo di mezzo limone

-50 g di cognac o brandy

-olio extravergine oliva, sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE: in un tegame con un po’ d’olio, fate dorare sul fornello la lonza su tutti i lati. Aggiungete un po’ di vino secco e fate sfumare. Prendete una teglia da forno, inserite le erbe aromatiche spezzettate, la cipolla tagliata finemente, qualche grano di pepe, sale, due cucchiai d’olio extravergine e la carne che avete rosolato con il suo sugo, infornate a 160 gradi per almeno 30 minuti. Nel frattempo tagliate a metà i fichi, ricavate tutti gli acini dal grappolo d’uva e tagliateli a metà per togliere i semi, preparate il succo di mezzo limone,  il cognac  e inserirete tutto nella teglia  con il liquido di cottura  della carne che toglierete e lascerete da parte. Mettete la teglia con i fichi e tutto il resto nel forno per circa 19 minuti a 180°. Affettate nel frattempo l’arrosto e sistematene  alcune fette nei piatti dove aggiungerete fichi e uva con un po’ di liquido di cottura e servite decorando con pezzettini di timo.

ABBINAMENTO VINO: è ideale un abbinamento con un vino ricco e complesso, con una forte componente aromatica che è degno discendente di un vitigno dalla forte personalità.

Il SIRAH Piemonte Doc della Cantina Terre del Creario a Valperga è sicuramente un vino che ha queste caratteristiche e quindi ben si integra con questo piatto particolarmente aromatico e non di facile abbinamento anche per la presenza del limone.

Commenti

Blogger: Maurizio Braghiroli

Maurizio Braghiroli
Ricette reali

Leggi anche

CHIVASSO. Ciao Michele, vittima del Covid-19

“Uè piscitiè”! Era il modo affettuoso con cui Michele Vespoli, amava chiamare i suoi cari. …

CASTELLAMONTE. Coronavirus: la comunità piange Gianni

CASTELLAMONTE. Coronavirus: la comunità piange Gianni. C’è purtroppo una vittima anche a Castellamonte per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *