Home / Torino e Provincia / Andrate / ANDRATE. Antico lavatoio di Fontaney. Comincia la ristrutturazione
il sindaco Enrico Bovo

ANDRATE. Antico lavatoio di Fontaney. Comincia la ristrutturazione

Il sindaco Enrico Bovo ci aveva sperato fino in fondo. E adesso, dopo anni di attesa, il suo sogno sta per diventare realtà. “L’11 febbraio – ha spiegato – partiranno finalmente i lavori di ristrutturazione al lavatoio, si tratta di un intervento fatto grazie a fini comunali stanziati nel 2018. Finalmente inizieranno, abbiamo affidato i lavori ad un’impresa locale che si occuperà di tutto nei prossimi mesi”.

Il lavatoio di Fontaney, 760 metri d’altezza ed un’acqua purissima sulla strada per Chiverano, sta per tornare al suo antico splendore.

I lavori di manutenzione della struttura, che ogni anno attira centinaia di turisti per i suoi colori, per la sua location di fronte ad una balconata panoramica all’ingresso del paese, per la sua acqua buona e fresca proveniente da una sorgente sulla Serra, partiranno a breve. Il costo dei lavori si aggira intorno ai 35 mila euro, finanziato con risorse comunali.

Tante infatti erano le persone che si recavano fin lassù, per prendere un po’ di acqua buona, per lavare i panni o per scambiare due chiacchiere di fronte ad una vista mozzafiato.

Il lavatoio ha 150 anni – commenta il primo cittadino -. Era inevitabile che prima o poi avesse bisogno di essere rimesso a posto”.

Oggi, le condizioni del lavatoio non sono più quelle di una volta. Le precipitazioni e l’umidità tipiche del territorio hanno infatti rovinato in modo abbastanza evidente la struttura.

E’ necessario effettuare il rifacimento della copertura – ha spiegato il primo cittadino – ed anche la messa in sicurezza della struttura”. Solo così ci sarà la certezza che il lavatoio continuerà a vivere.

Si tratta di una zona molto frequentata dai turisti – aggiunge – ed è una parte della nostra storia che dobbiamo preservare”.

Il lavatoio di Fontaney aveva anche una valenza sociale: oltre ad essere un luogo a cui le donne si recavano a lavere i panni era anche frequentato per incontrarsi e scambiare due chiacchiere. E chissà che non torni ad esserlo.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

Legambiente

Bandiere verdi di Legambiente. C’è l’Anfiteatro Morenico di Ivrea e ci sono i sentirei dell’Alta Val Malone

Tutela della biodiversità a rischio, valorizzazione dell’agricoltura e delle antiche tradizioni, ma anche mobilità sostenibile, …

CHIVASSO. Che fine ha fatto il “Mercà d’la Tola”?

C’è qualcosa che non torna, nell’agenda delle priorità che s’è data l’amministrazione comunale targata Claudio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *