Home / Piemonte / Alessandria / ALESSANDRIA. Insegnante sospesa: difensore,non violenze ma colpi fortuiti

ALESSANDRIA. Insegnante sospesa: difensore,non violenze ma colpi fortuiti

Dopo il lavoro nella scuola di Molare dove si sarebbe macchiata di maltrattamenti ai danni di uno scolaro di 8 anni disabile, l’insegnante alessandrina sospesa aveva lavorato in un altro istituto dove avrebbe sempre ottenuto giudizi positivi e soddisfazione da parte degli alunni e delle famiglie.

Lo fa notare l’avvocato difensore, Alexia Cellletino. Nella scuola di Molare, dove la docente era al primo incarico e senza l’abilitazione per l’attività di sostegno a disabili, l’indagine sarebbe partita da un esposto contro la scuola da parte dei genitori del bambino (che sarebbero seguiti dai servizi sociali), presentato – secondo la ricostruzione dell’avvocato Cellerino – dopo un litigio degli stessi con la direzione e un’aggressione, del padre, alla bidella.

Il legale nega anche che l’insegnante abbia trascinato per terra il bambino con forza, e che l’abbia colpito con una ginocchiata: dopo essere caduto a terra, il bambino avrebbe morso la 27enne che, alzandosi, lo avrebbe poi involontariamente colpito.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Lanzo – Cassa integrazione, sì fino a 18 settimane, ma restano non poche incertezze interpretative

La ripartenza del sistema economico dopo il lungo lockdown stenta a decollare, soprattutto nelle aree …

SETTIMO T.SE. Prelievo Fidas per giovedì 4 giugno solo con prenotazione

La sezione Fidas donatori sangue ha fissato per giovedì 4 giugno una raccolta di sangue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *