Home / Piemonte / Alessandria / ALESSANDRIA. Cintura al collo della compagna, l’accusa è di lesioni

ALESSANDRIA. Cintura al collo della compagna, l’accusa è di lesioni

E’ stato convalidato dal tribunale ad Alessandria l’arresto di Y.N., che la sera del 12 giugno – durante un litigio nell’alloggio di via della Palazzina al quartiere Cristo – ha stretto una cintura al collo della convivente che era poi riuscita a fuggire. E’ però caduta l’accusa di tentato omicidio, che è stata trasformata in quella di lesioni aggravate. L’uomo è stato scarcerato: il giudice gli ha imposto il divieto di avvicinarsi a meno di 100 metri. “Dalla documentazione fotografica – spiega l’avvocato Massimiliano Borsalino – è emerso che il soqquadro nelle stanze era dovuto anche al fatto che la donna ha lanciato degli oggetti verso l’uomo, rimasto colpito da qualcosa di simile a un posacenere. Solo a quel punto lui avrebbe preso la cintura con l’intenzione di legarle le braccia; poiché continuava a divincolarsi, è arrivata al collo ma in quel momento lui ha lasciato la presa. Il gip ha riconosciuto l’azione potenzialmente lesiva e pericolosa, ma anche la desistenza dall’azione”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

ASTI. Litiga col futuro cognato e lo accoltella, arrestato

Un 30enne albanese ha ferito a un braccio e alla spalla, con due coltellate, un …

ALESSANDRIA. Famiglia teme rapimento 25enne, rintracciata da carabinieri

Ha chiamato i genitori con voce trafelata, raccontando di essere stata picchiata, poi il telefono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *