Home / Torino e Provincia / Agliè / AGLIE’. 110 e lode per le gemelle Tappero
Simonetta e Valentina

AGLIE’. 110 e lode per le gemelle Tappero

Hanno condiviso la stessa pancia, la stessa infanzia, poi, lo stesso percorso universitario e, forse condivideranno lo stesso percorso lavorativo. Finora Valentina e Simonetta Tappero hanno dato grandi soddisfazioni a se stesse e alla loro famiglia, condividendo i momenti belli e dandosi sostegno in quelli del bisogno. Solo la settimana scorsa tutt’e due si sono laureate, con il massimo dei voti: 110 e lode. Valentina ha dato l’esame mercoledì, Simonetta venerdì, al termine di una full immersion di tre anni alla Scuola di Amministrazione Aziendale. Una laurea come managment dell’informazione e della comunicazione aziendale.

Agliè Tappero Valentina e SimonettaNate il 5 febbraio del 1992 da mamma Nadia e papà Osvaldo, Valentina e Simonetta hanno una sorella più grande, Federica, che le ha già rese zie di due splendide bimbe. Hanno frequentato la scuola ad Agliè, stessa classe. Alle superiori, si sono divise: Vale ha scelto l’Istituto tecnico “Cena”, Simo il liceo classico “Botta”, separate solo dalla Dora, sotto le rosse torri a Ivrea. Conclusi i cinque anni, hanno deciso di intraprendere lo stesso percorso universitario. “A me piacevano le materie economiche” racconta Valentina. “Io avevo seguito il ramo legato alla comunicazione” racconta Simonetta. “Così – concordano – abbiamo deciso per la Saa, che dava la possibilità di un corso interfacoltà, affrontando anche materie di indirizzo giuridico e molto più focalizzato sulle lingue“.

Per tutti e tre gli anni queste hanno ottenuto le borse di studio per il merito, istituite e finanziate dall’imprenditrice Marcella Novo, fondatrice della Saa. “Un aiuto non indifferente” sottolineano le due giovani studentesse modello che, però, non hanno rinunciato al loro tempo libero e alle loro passioni sportive, continuando tra l’altro a giocare a basket. “Abbiamo sempre avuto l’obbligo di frequenza, è stato impegnativo, ma dopo tante ore all’università serve staccare e così abbiamo coniugato allo studio la sana attività sportiva, un’altra cosa che ci accomuna fin da piccole“.

Nei mesi scorsi le gemelle sono state in Polonia. “L’Università – spiegano – prevede il tirocinio obbligatorio prima della laurea e c’è la possibilità di farlo all’estero, anzi è consigliato“. Anche in questo caso hanno vinto la borsa di studio. Un incentivo in più. “Abbiamo vissuto un’esperienza di tre mesi presso un’azienda polacca, filiale della Cellino Group che ha sede a Grugliasco, la Ashl Production. Nel frattempo abbiamo avuto modo, lì, di scrivere la tesi. Abbiamo trascorso anche una settimana a Mosca. La Cellino sta aprendo un’azienda a 130 Km di distanza dalla capitale russa. Abbiamo visitato il nuovo stabilimento”.

Agliè famiglia TapperoSimonetta ha costruito la sua tesi intorno all’azienda in cui hanno svolto il tirocinio, mettendo a confronto la start up russa con la realtà avviata della Ashl, analizzando il processo di internazionalizzazione e di organizzazione. Valentina ha preparato la tesi sulle strategie di Brend Name nei diversi settori di attività, unendo l’ambito commerciale a quello comunicativo.

Abbiamo già ricevuto richieste di lavoro per i mesi imminenti, da parte di Fiat, che ha preso contatti alla nostra Università e da parte della Ashl che vorrebbe continuare la collaborazione – aggiungono entusiaste le gemelle Tappero -. Ed anniamo in mente di affrontare il test di ammissione, a settembre 2015, ad un master in International Businnes“.

Le strade si divideranno? “Per ora abbiamo avuto l’opportunità di stare sempre insieme ma non escludiamo la cosa – dicono –. E’ bello condividere gli stessi tragurdi e gli stessi risultati, una soddisfazione vedere che tutto va bene a tutte e due. Abbiamo sempre studiato a livello individuale e se ci sono dubbi ci confrontiamo. Pur restando molto independenti sappiamo che possiamo sempre contare l’una sull’altra. Un grazie va alla nostra famiglia che ci ha sempre sostenuto. Sono stati fantastici, per le opportunità che ci hanno dato e continuano a darci. E nostro padre (business diveloper per Cellino Group) ci dà l’esempio, essendo sempre in giro per il mondo, è una grande fonte di ispirazione!

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TRINO. Tra i progetti all’ex centrale anche un impianto fotovoltaico

Si terrà il 22 febbraio alle 9,30 in Provincia a Vercelli la prima Conferenza dei …

NUCLEARE. Città Metropolitana ribadisce il “No” al deposito nazionale

“I quattro comuni individuati nella provincia di Torino come siti idonei, non si candidano ad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *