Home / Torino e Provincia / Castellamonte / Accuse da un mittente inesistente al Canile di Spineto
Un cane
Un cane

Accuse da un mittente inesistente al Canile di Spineto

Accuse “anonime” contro il canile di Spineto in una lettera indirizzata ai Comuni convenzionati. Poche righe, inviate nei giorni scorsi presso gli uffici di Castellamonte, Torre, Bairo, per denunciare una presunta situazione di degrado presso la struttura dedicata ad accogliere gli amici a quattro zampe senza casa. In calce la firma di una certa Maria Rosa Boschi che in realtà nemmeno esiste. La lettera ha mandato su tutte le furie Fulvio Mussatto, titolare dell’attività spinetese che, in risposta, ha presentato prontamente querela contro ignoti presso la Procura di Ivrea. Per due ragioni: il nome del mittente risulta di pura fantasia così come inesistenti sarebbero le accuse, da lui ritenute diffamanti.

 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO. Da lunedì l’hotspot per i tamponi si sposta all’Area Polisportivo

Sabato 31 ottobre il Punto di accesso diretto (senza prenotazione) di Lanzo dedicato all’esecuzione di …

118 ambulanza

SAN MAURO. Schiacciato da un macchinario, muore operaio di 47 anni

Un operaio italiano di 47 anni è morto in un incidente sul lavoro che si …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *