Home / BLOG / Apertis verbis!

Apertis verbis!

Apertis verbis!
La sopraindicata espressione latina, tradotta letteralmente, con parole esplicite, si riferisce ad una situazione in cui ciò che si vuole dire non richiede, anzi li esclude giri di parole. Per significato è l’equivalente in italiano, a tutto tondo oppure a chiare lettere. Alla formula latina fa ricorso Marco Tullio Cicerone nelle Epistulae ad familiare e nel dialogo platonico Brutus, per attestare che quanto scrive nelle sue pagine è riportato con assoluta franchezza, schiettamente e senza bisogno di preamboli. Vi fa ricorso anche Aulo Gellio nelle Notti Attiche a proposito della posizione di Platone sulle ragioni etiche delle pene da infliggere: Plato autem ipse verbis apertis duas solas esse poeniendi causas dicit, Platone stesso poi con chiare parole dice che ci sono solo due motivi per punire. Oggigiorno questa locuzione latina viene usata quando un medico deve riferire ai familiari di una paziente la gravità dello stato di salute dell’assistito. Personalmente userei la locuzione per dire quanto sono insoddisfatto di certe persone piene solo di boriosa arroganza, ma pazienza sono così ottusi che non capirebbero questa aulica apertura della frase.
Favria, 13.06.2019 Giorgio Cortese

Solo le persone veramente gentili nell’animo sono in grado di giudicare equamente un altro e di considerare, nel farlo, dei margini per le sue manchevolezze. Solo un occhio gentile, mentre riconosce i difetti, sa vedere oltre questi.

Commenti

Blogger: Giorgio Cortese

Giorgio Cortese
Vivere con ottimismo

Leggi anche

IVREA. E adesso parla Cimadom: “Manital non è in perdita!” (intervista)

C’è un’azienda. Si chiama Manital. Ha i bilanci in ordine ma non riesce a pagare …

CHIVASSO. Luca Garritano, artigiano orafo a cavallo fra tradizione e innovazione

Nell’era della tecnologia e del virtuale, dove si sta sempre più perdendo il contatto con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *