Home / In provincia di Vercelli / VERCELLI. Morto l’assessore comunale Andrea Raineri. Ancora ignote le cause

VERCELLI. Morto l’assessore comunale Andrea Raineri. Ancora ignote le cause

Vercelli in lutto per la morte di Andrea Raineri, 41 anni, assessore comunale alle Politiche sociali. Il suo corpo è stato trovato questa mattina, nella sua casa del rione Cappuccini. Le cause del decesso, al momento, non sono note.
Raineri faceva parte della giunta guidata dalla sindaca Maura Forte sin dall’inizio del mandato, nel 2014. Prima di avere le deleghe ai Servizi sociali, aveva gestito quelle alle Politiche giovanili e all’Istruzione.

 

Bandiere a mezz’asta in Municipio

Sarebbe un malore improvviso, secondo i primi accertamenti, la causa della morte di Andrea Raineri, l’assessore comunale 41enne di Vercelli. In segno di lutto, l’amministrazione ha annullato tutti gli impegni previsti per oggi; in Municipio le bandiere sono a mezz’asta. La morte di Raineri, noto anche per l’impegno nel volontariato oltre che che l’attività politica, ha suscitato grande commozione in città.

In giunta il lavoro non sarà più lo stesso

“Esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia e a tutti coloro che gli hanno voluto bene, e vogliamo ricordarlo per tutto ciò che ha fatto in questi anni con la sua attività di amministratore”. Così la giunta del Comune di Vercelli ricorda Andrea Raineri, l’assessore alle Politiche sociali della giunta Forte trovato morto questa mattina nella sua casa del rione Cappuccini.
“In questo momento – proseguono i colleghi di giunta rivolgendosi direttamente al collega morto – siamo talmente scossi che non osiamo pensare a come sarà il nostro lavoro senza di te. In tua memoria cercheremo di continuare la nostra attività e la nostra vita quotidiana sul sentiero che tu hai tracciato e hai saputo mostrarci”. Cordoglio anche da monsignor Cristiano Bodo, vescovo di Saluzzo e parroco per tanti anni del rione Cappuccini, e da Michele Gaietta, segretario provinciale del Partito Democratico: “Non ci sono parole adatte a descrivere il profondo dolore per aver perso una persona unica, che lascia un segno indelebile nella nostra comunità politica e nella città di Vercelli. Eri onesto, buono, colto, generoso, divertente e mai banale”. Ancora da fissare la data dei funerali.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

QUINCINETTO. Frana minaccia A5: Vda chiede strategia comune a Piemonte

In riferimento alla chiusura dell’autostrada A5 tra Pont-Saint-Martin e Ivrea il 22 giugno a causa …

TORRAZZA. Csm ricorda il procuratore Caccia, a 36 anni dal suo omicidio

Il 26 giugno di 36 anni fa veniva ucciso il procuratore di Torino Bruno Caccia, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *