Claudio Martinelli

Giornalismo "reale" di: Claudio Martinelli

Home / BLOG / VENARIA. Falcone respinge il tavolo tecnico sull’ospedale

VENARIA. Falcone respinge il tavolo tecnico sull’ospedale

E’ stata bocciata la mozione presentata dai consiglieri di opposizione Salvino Ippolito (Gruppo Misto), Luigi Tinozzi (Forza Italia), Marco Scavone (Lega Nord) e Barbara Virga (Pd-indipendente) e che chiedeva la nascita di un tavolo tecnico sull’ospedale per chiedere certezze sui servizi presenti all’interno, sui trasporti e sulle tempistiche di consegna della struttura e delle opere di urbanizzazione.

Nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, la maggioranza ha detto “no”, lasciando senza parole la minoranza e anche i sindaci di Pianezza, Alpignano, Druento, San Gillio, Givoletto, La Cassa, Val della Torre e che graviteranno, dal prossimo anno, sul polo sanitario di corso Machiavelli.

La maggioranza, tra cui il sindaco Roberto Falcone e l’assessore ai Lavori Pubblici e Trasporti, Giuseppe Roccasalva, hanno fatto propendere la tesi che gli attuali tavoli con Asl To3, Scr, Regione e Agenzia Regionale per la Mobilità, bastano e avanzano. Così come pare sia tutto a posto per quanto riguarda la futura fermata di un mezzo Gtt davanti al nuovo punto sanitario. Critica la minoranza: “Un gravissimo sgarbo fatto ai cittadini, sindacati, utenti e forze politiche. Come sempre questa maggioranza ha preferito andare avanti per la propria strada, senza influenze di terze persone. Questo perché pensano di scaricare su chi ha governato in precedenza eventuali problemi sulle tempistiche di consegna dell’opera e sugli stessi ritardi che inevitabilmente ci saranno per colpa della lungaggine nell’assegnazione dell’appalto per la realizzazione delle opere urbanistiche”.

Commenti

Leggi anche

LANZO. 800 anni di mercato, un anniversario da record

Correva l’anno 1219 quando il 15 gennaio, un martedì, proprio come oggi, prendeva vita il …

SETTIMO TORINESE. Biella non è come Settimo Torinese. Il giornalista della Stampa ha frainteso

Gentile Direttore, desidero smentire quanto affermato dall’articolo comparso ieri sera sul Suo giornale, dove mi …