Antonia Gorgoglione

Parole... What else? di: Antonia Gorgoglione

Home / In provincia di Torino / TORRAZZA. Targia Vaira e la torre rivivono?

TORRAZZA. Targia Vaira e la torre rivivono?

Nel 2015, il sindaco Massimo Rozzino aveva dichiarato la sua intenzione di far rivivere Targia Vaira, l’antica cappella di epoca romana dedicata a San Giacomo protettore dei pellegrini e situata lungo la strada che dalla frazione di Borgoreio porta a Saluggia.

La riporterò al suo antico splendore”, diceva il primo cittadino, ricordando anche un progetto a firma del geometra Bruno Actis Dato degli anni ‘90, quando sindaco era Bruno Cena. Da ricordare che il progetto fu iniziato e molti, come l’esperto d’arte Alvise Dughera e gli Alpini, furono quelli che vollero partecipare ai lavori. Ad interromperlo fu poi la Soprintendenza dei Beni Culturali dopo il ritrovamento di alcuni scheletri che erano stati seppelliti intorno alla cappella quando ancora. cimiteri non esistevano.

L’intenzione di Rozzino altro non è se non portare avanti quello che era stato iniziato da Dughera e rendere l’area per renderla fruibile dal punto di vista turistico.

Ma oggi a che punto siamo?

“Abbiamo partecipato al progetto ‘6 mila campanili finanziato dalla Compagnia di San Paolo – sostiene Massimo Rozzino -, che potrebbe consentire la valorizzazione della via Francigena, di cui il nostro Comune fa parte. Targia Vaira è situata proprio su quel tragitto, per cui rientrebbe nel progetto”.

L’esito, però, non è ancora arrivato. “Siamo in attesa– precisa Rozzino -. In caso venisse accettato siamo pronti a cominiciare subito”.

Ma non è finita qui. A giovarne potrebbe essere anche la Torraccia, proprietà del Comune grazie ad una donazione di una porzione di cortile da parte dei cittadini Mauro Frassa e Domenica Daniele.

Gli interventi di riqualificazione prevedono, quindi, la demolizione delle attuali tettoie che coprono la Torraccia, e la costruzione di una piccola piazza ad uso dei cittadini, dei turisti o dei pellegrini. Avrà panchine, un pannello illustrativo e verrà anche illuminata la notte con proiettori incassati nel pavimento..

Commenti

Leggi anche

CHIVASSO. Fluttero e Cambursano: “Così Di Maio fomenta l’odio verso le istituzioni”

“Vorrei dire a Di Maio che...”. Non siedono più a Montecitorio e a Palazzo Madama. …

Domenico Ciconte

CHIVASSO. L’Orco a Pratoregio fa paura, Ciconte: “Castello, che fai?”

Possiamo dormire sonni tranquilli, con i fiumi e i rii che attraversano la nostra città …