Senza peli sulla penna di: Mattia Aimola

Home / In provincia di Torino / SETTIMO TORINESE. Pd… Tutti con Marino? Piastra si astiene e Volpatto dice “Furia”…

SETTIMO TORINESE. Pd… Tutti con Marino? Piastra si astiene e Volpatto dice “Furia”…

La Direzione Regionale del PD del Piemonte ha approvato il 5 novembre 2018 il “Regolamento per l’elezione dell’Assemblea e del Segretario Regionale” che avvia i lavori del Congresso per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea regionale.

Le Primarie si terranno il 16 dicembre. Dopo una prima fase nella quale si era parlato della possibilità di arrivare ad un candidato unitario, nei giorni scorsi si sono, definitivamente, palesate tre candidature: Mauro Marino, 55 anni, parlamentare dal 2004, quando entrò in parlamento sotto le bandiere della Margherita, Monica Canalis, 38 anni, area cattolica (vicina al senatore Stefano Lepri), dal giugno 2016 consigliera comunale a Torino e Paolo Furia, 28 anni, dell’area più di sinistra, già segretario regionale dei Giovani democratici prima di assumere la carica di segretario provinciale nel biellese.

La contesa, naturalmente, andrà in scena, in piccolo, anche nel circolo settimese. Questa volta, stando alle dichiarazioni, la maggior parte dei big avrebbe anche potuto convergere su Mauro Marino.  Insomma, per una volta, un tentavico di quasi unità, con un Renziano della prima ora, capace di mettere insieme sostenitori dell’ex margherita e e più riformista.

E abbiamo usato il condizionale non a caso considerando che la presentazione delle altre due mozioni ha rotto la tanto sperata unita.

Ebbene, in quel di Settimo, come detto, sono in molti a schierarsi con il senatore, a partire dalla segretaria Chiara Gaiola. “Il fatto che ci siano tre candidati non è la soluzione migliore, a maggior ragione per una Regione che andrà al voto – ci dice – Sarebbe stata auspicabile una soluzione unitaria. In ogni caso, visto che a livello nazionale sono intenzionata a sostenere Martina in Piemonte sceglierò Marino. Sono però ansiosa di ascoltare i programmi per capire le proposte. Spero che i contendenti si impegnino con proposte fattive anche per il nostro territorio e auspico che il partito, anche il regionale, sia presente qui a Settimo per darci una mano in vista delle elezioni amministrative”.

Converge sul senatore 55enne anche Caterina Greco.

“Voterò per lui – ammette Greco – anche se in questo caso sarebbe stato meglio evitare le primarie e arrivare ad un unico candidato, avrei preferito un percorso simile. Fino a qualche giorno fa sembrava che Marino potesse rappresentare il candidato unitario, poi sono saltati fuori Canalis e Furia”. 

Compatti su Marino anche i renziani settimesi della corrente degli ex margherita. “Voterò lui – spiega l’assessore Antonello Ghisaura perchè rappresenta al meglio il mondo renziano”. E come Ghisaura anche il consigliere comunale Luca Rivoira: “Voterò Marino, rappresenta al meglio la mia visione, gli altri due candidati sono poca cosa”.

Resta al di sopra delle parti, invece, la candidata a sindaco del Pd Elena Piastra.

“Credo che sarebbe stata preferibile una candidatura unitaria – stigmatizza – un congresso regionale fatto adesso, in tre settimane, rischia di portare ai gazebo pochissime persone. Tutte e tre le persone in campo hanno buone potenzialità. Non mi esporrò su nessuno di loro. Non mi interessa inserirmi in queste dinamiche di eccesso di frattura ulteriore. Ho tentato di lavorare fino all’ultimo per una candidatura unitaria. In ogni caso parteciperò al congresso e cercherò di portare le persone a votare”.

A sinistra del partito e a sostegno di Paolo Furia, resta solo il capogruppo del Pd, Daniele Volpatto, che sosterrà Paolo Furia.

Giovedì sera, nella sala consiliare, i candidati (o i loro delegati) presenteranno le tre mozioni agli iscritti o ai simpatizzanti del Partito Democratico che vorranno partecipare.

Commenti

Leggi anche

CHIVASSO. Flash mob di solidarietà al popolo francese

Al grido, “solidarietà al popolo francese”, si è svolto in piazza Della Repubblica a Chivasso …

LANZO. Per gli 800 anni del mercato la Pro Loco prepara la grande festa

L’auto si muove perché all’interno del cofano c’è un motore. Dalla potenza del motore dipende …