Redazione

di: Redazione

Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. Una navetta fino alla stazione per gli studenti?

SAN MAURIZIO. Una navetta fino alla stazione per gli studenti?

In seguito ad una interpellanza presentata dal gruppo consiliare d’opposizione “Siamo San Maurizio” durante l’ultimo Consiglio Comunale, si è discussa la possibilità di istituire un servizio di trasporto fruibile dai ragazzi che si recano quotidianamente alla stazione ferroviaria per raggiungere le rispettive scuole superiori. Per effettuare le dovute verifiche ed eventualmente far partire l’iniziativa a settembre con il rientro a scuola, sono stati organizzati alcuni incontri con le famiglie interessate. 

I timori lamentati da genitori riguardano la pericolosità e la distanza che i ragazzi devono percorrere fino alla stazione ferroviaria – ha esordito la consigliera di minoranza Laura Cargnino Vi è la possibilità di istituire un serizio navetta prima dell’inizio del nuovo anno scolastico 2018-2019?”.

In risposta all’interpellanza, i membri della Giunta che hanno parlato con i cittadini.

Abbiamo chiesto quale fosse l’effettivo bisogno di questo servizio, in termini di numero di persone ed orari effettivi – ha dichiarato il consigliere delegato ai Trasporti Daniela Rigodanza che cambiano a seconda di quale sia l’istituto da raggiungere. Siamo aperti nel cercare una soluzione non appena avremo questi dati, ma i genitori stessi hanno convenuto che è difficile creare un servizio del genere perchè è troppo lungo il lasso di tempo per il quale esso è richiesto”.

“Siccome il trasporto, se istituito, avrà un costo – ha aggiunto il sindaco Paolo Biavati sono necessarie delle presenze minime perché sia attivato, e il numero non è indifferente per determinare tariffe e tipo di mezzo utilizzato. Da una prima verifica è risultato che non è al mattino che si manifesta questa necessità, bensì nella fascia oraria 13,30-14,30, dopo la quale rimarrà comunque attivo il Provibus, servizio di trasporto pubblico a chiamata”.

In mancanza di numeri e dati concreti, sono state ipotizzate alcune soluzioni alternative, come quella proposta dal vice sindaco Ezio Nepote che suggerisce, per i mesi primaverili ed estivi, l’utilizzo della pista ciclabile che passa da San Maurizio e Ceretta, in quanto più sicura, o l’autogestione di un trasporto privato da parte delle famiglie, pensata dal consigliere Roberto Canova. In ogni caso è emersa la disponibilità di collaborazione tra la Giunta e le minoranze nell’affrontare la questione.

Commenti

Leggi anche

IVREA. Sertoli ha battuto Perinetti. Il Pd non è più al governo della città…

Magari è ancora presto per dirlo, ma lo diciamo lo stesso. Se il trend resta …

MONCALIERI. Decapitato da macchina spaccalegna

Si chiama Paolo Agostini, 73 anni, l’uomo morto oggi a Moncalieri, in strada San Michele …