Redazione

di: Redazione

Home / In provincia di Vercelli / SALUGGIA. Il “PuntoLibro” di S. Antonino è molto più di una biblioteca..

SALUGGIA. Il “PuntoLibro” di S. Antonino è molto più di una biblioteca..

Il “Gruppo Ragazzi di Sant’Antonino” è un’associazione che getta le sue fondamenta nel dicembre del 2009 da quattro ragazzi che vincono il primo premio alla gara dei presepi a Saluggia. Nel tempo il gruppo cresce e prende forma fino alla prima partecipazione, nel 2013, alla patronale “Al dì dla festa” con l’allestimento della mostra “Le ferrovie tra storie e curiosità”. Il 1° dicembre 2014 il gruppo si costituisce legalmente in un’associazione riconosciuta facendo partire, nei mesi successivi, una raccolta di materiale di vario genere per fondare il “PuntoLibro”, che verrà inaugurato il 29 agosto 2015.

La biblioteca del PuntoLibro è intitolata a don Pietro Gauzolino, parroco presso Sant’Antonino di Saluggia fino al 1989. Docente di lettere, scrisse diversi volumi inerenti alla storia di Saluggia, fra cui Storia di Saluggia antica, Storia di Saluggia – Saggi di revisione e Don Bosco e ministro Farini. Proprio quest’ultimo libro è stato ristampato dai ragazzi e presentato il 1° settembre 2015, in occasione dell’inaugurazione della nuova biblioteca. Don Gauzolino scrisse inoltre Storia antica di Livorno Ferraris e una raccolta di poesie. Inerentemente all’attività di storico del parroco, oggi il PuntoLibro ospita le stesure preparatorie dei volumi e la raccolta dei documenti inerenti alle sue ricerche storiche. Ad oggi il “PuntoLibro” è l’unico riconoscimento formale all’attività del sacerdote che ha contribuito molto anche a progetti edilizi per Sant’Antonino (come la costruzione dell’oratorio).

A poco più di tre anni dall’inizio dell’attività, la biblioteca conta ormai più di 4500 volumi catalogati e circa 800 articoli fra videocassette e dvd. La sede, in via Cigliano 12, ospita inoltre due postazioni computer utili per sfogliare il catalogo dei libri, svolgere ricerche su internet e stampare, scannerizzare e fotocopiare. Oltre a questi servizi è possibile anche plastificare i fogli e rilegarli a caldo.

Presso questa stessa sede si tengono delle serate culturali e presentazioni di libri, la più recente – risalente al primo giugno – ha ospitato Alessandro Barbaglia con L’atlante dell’invisibile. Altre due presentazioni sono previste entro il termine dell’anno solare, così come un’attività dedicata ai bambini in occasione delle festività natalizie.

La biblioteca è aperta martedì e giovedì dalle 17 alle 18.30, mercoledì e venerdì dalle 20.30 alle 22 e sabato dalle 15 alle 18. Qui, qualora non trovaste il libro che state cercando, entro una settimana circa potreste averlo perché, per volontà della biblioteca, l’acquisto dei libri – che viene effettuato grazie all’autofinanziamento – viene determinato, non solo dalle tendenze e dalle recensioni letterarie, ma anche e soprattutto sulla base dei gusti e delle necessità dell’utenza. In questa stessa sede è inoltre possibile acquistare i volumi di don Gauzolino.

Commenti

Leggi anche

BORGO D’ALE. I trentacinque anni del gruppo “L’Archivi e ij carti dël Borgh”

Un bel traguardo quello raggiunto dal gruppo “L’ Archivi e ij carti dël Borgh” che quest’anno …

CIGLIANO. I corsi e le conferenze all’Università popolare

Sono iniziati i corsi dell’anno 2018/’19 Università popolare ciglianese “Apprendere Insieme”, organizzata a cura della …