Senza peli sulla penna di: Mattia Aimola

Home / BLOG / PAVONE. Tendone scatena le polemiche ma non era neppure il circo!

PAVONE. Tendone scatena le polemiche ma non era neppure il circo!

Una petizione per rimuovere un circo che non c’è. È questa la storia assurda che arriva da Pavone, dove, qualche mese fa, un’associazione ha montato un tendone da circo davanti alla casa di riposo, Casa di Campo, di via della Circonvallazione. L’idea dei promotori, sarebbe stata quella di fare dei corsi per adulti e bambini ma dopo la caduta della passata giunta e l’arrivo del commissario tutto è rimasto in stand by. Ora, alcuni cittadini, ne stanno promuovendo la rimozione come racconta Paolo Miletto, membro dell’associazione circense che organizza già alcuni corsi ad Alice Superiore.

Sono un responsabile teatrale e di arte circense – racconta – era nostra buona intenzione cercare di fare dei laboratori teatrali con gli ospiti della casa di riposo e a turni alternati volevamo attivare una scuola di arte circense per tutti gli alunni delle scuole del territorio e metterla a disposizione della collettività di Pavone Canavese, visto che non c’è un salone pluriuso in città”. Un’idea che, però, pare sia naufragata nel giro di poco tempo. “Ad aprile – prosegue Paolo – abbiamo presentato un progetto al comune di Pavone canavese, a tutta l’amministrazione comunale che l’ex sindaco era ben disposto ad accettare. Dopo, il comune è stato commissariato ed i funzionari dell’ufficio tecnico hanno tirato i remi in barca e adesso dicono che per colpa di qualcuno che ha fatto pressioni sul comune stanno trovando problemi su problemi”.

Ma la storia non è ancora finita, i responsabili del “circo che non c’è”, infatti, ora dovrebbero fare armi e bagagli e andarsene.

Adesso a noi – conclude Paolo – inconsapevoli di tutto ci hanno diffidato di svolgere attività all’interno de tendone e vogliono addirittura farci smontare perchè il terreno non è di proprietà comunale me è di Casa di Campo. Oggi, poi, sono venuto a sapere che davanti alle scuole stanno facendo firmare una petizione per farci andare via da lì. (per quale motivo che nessuno sa cosa volevamo fare all’interno?) Forse hanno visto montato un tendone da circo e hanno pensato che l’intenzione fosse quella ma in realtà non è cosi. Ora saremo costretti a vedere il da farsi o addirittura smontare il tutto”.

Commenti

Leggi anche

CHIVASSO. Flash mob di solidarietà al popolo francese

Al grido, “solidarietà al popolo francese”, si è svolto in piazza Della Repubblica a Chivasso …

LANZO. Per gli 800 anni del mercato la Pro Loco prepara la grande festa

L’auto si muove perché all’interno del cofano c’è un motore. Dalla potenza del motore dipende …