Giorgio Cortese

Vivere con ottimismo di: Giorgio Cortese

Home / BLOG / Mangiare la foglia!

Mangiare la foglia!

Mangiare la foglia!
La frase risulterebbe enigmatica, se non si conoscesse la storia di Ulisse, che per sfuggire ai sortilegi della maga Circe ed evitare la sorte dei compagni, trasformati in maiali, fece ricorso di moly, o moli donatagli dal dio Ermes, Mercurio. Il moli o moly è una pianta immaginaria, appartenente al regno divino con proprietà magiche. Dioscoride, identificò il moly con l’harmalá e con la pianta che i siriani chiamavano bessarsan, cioè con la pianta riconosciuta botanicamente come Peganum harmala, nota in italiano come ruta siriaca o pègano, altri la identificano con aglio, per l’assonanza con il nome in greco molyza. Quella foglia nella fertile immaginazione di Omero aveva il potere di antidoto contro la pozione a base di ciceone, bevanda rituale nell’antica Grecia. Tale bevanda venne offerta dalla maga Circe come dono di ospitalità. Ma leggendo dei libri ricchi di citazioni della tradizione popolare dove si legge che gli animali da pascolo, gradualmente si fanno adulti, abbandonano le poppe materne da cui succhiano il latte ed iniziano a brucare per nutrirsi di foglie tenere. Per associazione il passaggio è pertanto acquisizione di un’acquisita scaltrezza nel giudicare le cose del mondo, di una rinuncia all’ingenuità che induce ad essere sempre più prudenti e a “mangiare la foglia” quando si profila un inganno o raggiro. Altra origine potrebbe essere che i pastori avevano l’abitudine prima di dare la possibilità al loro gregge di accedere ad un pascolo di assaggiare personalmente l’erba e le foglie per valutare la qualità del nutrimento. In questo modo capivano subito, o capivano al volo, se il pascolo potesse giovare alla salute dei loro animali.
Favria 11.01.2019 Giorgio Cortese

Stiamo diventando così occupati che presto i lettori non avranno più tempo di leggere tutti i libri che gli autori non avranno più tempo di scrivere.

Commenti

Leggi anche

SETTIMO. Cena elettorale per Piastra. A tavola si siedono in duecento

Casa per casa, strada per strada”. Elena Piastra, candidata a sindaco del Pd, chiude il …

Rosanna Cavallero

SETTIMO. I biglietti dimenticati nei libri su Radio Deejay

Da Settimo a Radio Deejay, il passo può essere breve. Sei arrivato fin qui Oramai …