Giorgio Cortese

Vivere con ottimismo di: Giorgio Cortese

Home / BLOG / Le previsioni sbagliate

Le previsioni sbagliate

Le previsioni sbagliate
Per Socrate i libri avrebbero rovinato la capacità di ricordare. La Regina Elisabetta d’Inghilterra davanti ad uno degli esempi di macchine tessili, temette che le sue povere cucitrici sarebbero diventate mendicanti. Nel 1883 in America il giornale medico The Samitarian si scagliava contro l’educazione dei bambini le per troppe ore di scuola che avrebbero stancato le menti e intorpidito i corpi. Mezzo secolo dopo la rivista musicale Gramophone metteva in guardia dagli effetti nefasti della radio, che distraeva i bambini dai compiti. Nel 1926 dicevano che l’invenzione del telefono avrebbe ucciso gli incontri faccia a faccia. Nel 1950 l’agenzia Associated Press profetizzava che le donne sarebbero diventate tutte più alte, più di un metro e ottanta, con il 44 di scarpe ed il loro avvento al potere, allora dicevano che nel 2000 avrebbero occupato posizioni apicali in tutti i campi e diventavano capi delle nazioni, beh a questa ultima previsione rispondo magari, forse si farebbero meno stupidaggini
Favria, 23.06.2018 Giorgio Cortese

Nella vita quotidiana non sai mai cosa c’è dietro l’angolo. Potrebbe essere tutto. Oppure potrebbe essere nulla. Devo continuare a mettere un piede davanti all’altro, e poi un giorno mi guarderò indietro e scoprirò di aver scalato una montagna.

Commenti

Leggi anche

il tribunale di Ivrea

IVREA. Migrante condannato a 5 mesi, ma non si sa che fine abbia fatto

Di storie di profughi ne sentiamo ogni giorno. Le leggiamo sui giornali. Ce le rimbalzano …

VOLPIANO. Un semaforo al sottopasso di via Novara

“L’ho chiesto prima io!”. Va da sé che l’aspetto più importante relativo all’installazione del tanto …