Investigando. La regola delle 5 W. di: Sara Mazzola

Home / BLOG / FONTANETTO PO. Bocciata la richiesta di fondi del Comune per installare sistemi di videosorveglianza

FONTANETTO PO. Bocciata la richiesta di fondi del Comune per installare sistemi di videosorveglianza

È stato reso noto l’elenco dei Comuni che beneficeranno dei contributi erogati dal Patto per l’attuazione della sicurezza urbana, bando pubblicato l’anno scorso dal Governo Gentiloni. Fontanetto Po si deve accontentare del posto numero 1854 della classifica, e non rientra perciò tra i vincitori del Bando. Tra i 428 selezionati (il totale delle domande pervenute ammonta a 2426) compaiono però Livorno Ferraris, alla posizione 134, e San Germano Vercellese, alla posizione 334, entrambi classificati ad incidenza criminale elevata, i due Comuni si trovano rispettivamente a quindici e a trenta chilometri di distanza da Fontanetto, ritenuto dal Ministero dell’interno “realtà interessata da incidenza criminale poco elevata”.

Lo scorso giugno la sindaca Claudia Demarchi in relazione all’adesione al bando aveva affermato: «Mi auguro non vengano scelti solo Comuni in dissesto finanziario o Comuni commissariati». Questa situazione per quanto riguarda la provincia di Vercelli non si è verificata, abbiamo comunque chiesto alla sindaca fontanettese cosa ne pensa della graduatoria: «Se da una parte essere considerati una realtà con scarsa criminalità ci rassicura – dice -, dall’altra sappiamo che non siamo immuni dai casi di microcriminalità, non siamo così lontani dai Comuni del vercellese che sono stati ritenuti idonei per ricevere i contributi».

La sindaca ha poi parlato degli altri requisiti che sono stati presi in considerazione al fine di stilare la classifica: «I criteri di valutazione non erano stati comunicati in concomitanza con la pubblicazione del bando, sono stati individuati in un secondo momento; purtroppo abbiamo presentato una cifra bassa per il cofinanziamento e questo aspetto forse ci ha posto in una situazione di svantaggio. Comunque non potevamo agire in altro modo, avevamo già investito denaro per l’acquisto di telecamere tra il 2016 e il 2017».

La sindaca ha concluso comunicando i progetti futuri: «Un contributo economico ci avrebbe aiutato anche perché il nostro Comune non ha entrate straordinarie; l’attuale dotazione di telecamere che abbiamo a disposizione deve essere incrementata, anche per combattere l’abbandono di rifiuti in zone non adibite alla raccolta, speriamo di riuscire a realizzare questo obiettivo entro la fine del 2019».

Commenti

Leggi anche

CHIVASSO. Flash mob di solidarietà al popolo francese

Al grido, “solidarietà al popolo francese”, si è svolto in piazza Della Repubblica a Chivasso …

VOLPIANO. I 5 Stelle e Camoletto “interrogano” gli ambulanti

Una dozzina di domande per capire il grado di soddisfazione degli ambulanti. A sei mesi dallo …