Viviana Vicario

Articoli e... Poesia di: Viviana Vicario

Home / BLOG / CHIVASSO. I vandali non rovinano la festa. I Marinai per “Santa Barbara”

CHIVASSO. I vandali non rovinano la festa. I Marinai per “Santa Barbara”

A pochi giorni dalle celebrazioni di Santa Barbara del 2 dicembre scorso , la ghirlanda e il vaso di fiori posti sul Monumento dei Marinai sono stati deturpati. Nel giro di un giorno i volontari ANMI hanno rimesso a posto il monumento, pronto per il corteo che si è svolto la scorsa domenica.

“Quest’estate abbiamo visto alcuni ragazzini sedersi all’interno della rotonda sui viali, dove c’ è il nostro monumento, con bottiglie e cocci rotti. Deve essersi ripetuta una situazione analoga. Questo non va bene, basterebbe delimitare l’area con una catena per renderlo inaccessibile”.

Giuseppe Caruso, 50 anni, di Torrazza Piemonte, è il presidente dell’ANMI dal 2017. Parla del Monumento con un senso di affetto condiviso da tutti i soci. “Siamo 35-40 ex marinai iscritti, gli altri sono simpatizzanti. Ogni anno diamo il nostro contributo in diverse attività di servizio d’ordine nelle corse ciclistiche, oppure scortiamo i bambini a piedi sino a scuola. Sono tutte attività che svolgiamo con passione e impegno per la comunità” spiega il presidente.

Il  gruppo è nato nel 1979, e il primo presidente dei marinai è stato Riscaldino. Nel corso degli anni nacque una collaborazione tra il gruppo ANMI e la Fiat Lancia: “La fabbrica, per un certo periodo di tempo, chiese alla Marina dei motoristi da assumere”, spiega il presidente.

Intanto, la festa di Santa Barbara, patrona dei marinai, è stata molto attesa dal gruppo. Si è tenuta domenica scorsa con una grande partecipazione. Alle 9 i marinai si sono ritrovati nella sede del Gruppo, presso il Circolo di Santa Barbara, per poi condurre le altre associazioni d’arma, le autorità e gli ospiti presso il Monumento dei Marinai d’Italia. Qui si è tenuta la cerimonia di alza bandiera e deposizione dei fiori ai Caduti della Marina. A seguire, la Santa Messa e la lettura della Preghiera del Marinaio. La giornata è terminata con un pranzo sociale, la consegna degli attestati di fedeltà ai soci Benemeriti Giuseppe Biasibetti, Antonio Pillola e Aldo Arduino. E’ inoltre stata eletta la Lady Stella Marina 2018, al secolo, Emanuela Manni.

Commenti

Leggi anche

ALPIGNANO. Lotteria ‘fai da te’, commerciante rischia 12mila euro multa

Con 10 euro si potevano vincere generi alimentari per un valore di 500 euro. La …

CHIERI. Caldaia difettosa: morta donna intossicata da monossido

Una donna di origini peruviane, 72 anni, è morta intossicata dal monossido nella sua abitazione …